Un fumetto sul palio di Noale? Com’è nata l’idea

Ce lo spiega il presidente della Pro Loco, Francesco Bonaventura.

“L’idea è scaturita quando è stato presentato a Noale il fumetto “S. Francesco e il Sultano” illustrato da Francesco Lucianetti e corredato dai testi di Gianfranco Trabuio. Mi sono chiesto: perché non proporre una storia illustrata di Noale? Ciò avrebbe dato ulteriore lustro alla nostra città e avrebbe completato la narrativa riguardante il nostro territorio. Ho già messo in evidenza che abbiamo un centro storico che molti ci invidiano, una storia importante, con personaggi di rilievo che si sono susseguiti nel tempo. Cos’altro ci mancava? Lucianetti ha notato il mio interesse e mi ha proposto di botto – una storia sul Palio di Noale, facendo rilevare che ci sono tutti gli ingredienti per poter costruire una trama che vede impegnati i protagonisti di quel tempo: il vescovo di Treviso, i signori Tempesta, Ezzelino da Romano, le donne delle famiglie nobili, il tutto inserito nello scenario tipico del medioevo, i villaggi, i castelli, la rocca di Noale e la disfida tra contrade”.

Si parte! Lucianetti si mette all’opera e racconta la storia del Palio di Noale con un linguaggio nuovo e con l’ausilio delle immagini presenta gli avvenimenti in maniera, se pur fantasiosa in modo comprensibile. Il segno è preciso, la forma è accattivante e animata da continue trovate grafiche e narrative, un racconto fantastico, avventuroso e avvincente che è piaciuto da subito, da  quando si  sono viste le prime tavole.

La Pro Loco, da sempre interessata alla divulgazione di testi relativi al nostro territorio e alla promozione turistica di Noale, si è fatta interprete di questa iniziativa, sperando che questa opera possa essere apprezzata e vada ad arricchire la cospicua messe artistica riguardante la nostra città e renda felici gli appassionati del fumetto d’autore.


televenezia

Va in onda lo speciale dedicato a Noale in Fiore

Andrà in onda giovedì 17 aprile, alle 19.45, e sabato 19 aprile, alle ore 14.15, su TeleVenezia, lo speciale dedicato alla 35^ edizione di Noale in Fiore. Si tratta di un filmato di circa 10 minuti che attraverso interviste ai protagonisti principali e tante immagini racconta i momenti più salienti della manifestazione che si è svolta domenica 13 aprile nel centro storico di Noale.


Noale in Fiore 2014

Conclusa con successo la 35^ edizione di Noale in Fiore

Si è svolta domenica 13 aprile la 35^ edizione di Noale in Fiore. Grande afflusso di visitatori fin da inizio giornata. Oltre 150 gli espositori presenti, quasi tutti del settore florovivaistico, giunti perfino dalla Puglia e addirittura dall’Olanda.

A metà mattina in piazza Castello si è svolta la cerimonia inaugurale alla presenza delle autorità, il sindaco della Città di Noale, Michele Celeghin, l’assessore regionale Renato Chisso, l’assessore provinciale Lucio Gianni, oltre ovviamente a Francesco Bonaventura, presidente della Pro Loco. Dopo i saluti, si sono svolte le premiazioni. A partire dal concorso per la migliore vetrina allestita che ha visto vincitori la Pasticceria Zizzola, Cappelletto Calzature e la Pasticceria Prosdocimi. Una menzione speciale è andata alla vetrina del laboratorio artigianale di gemme di Andrea Zecchin, in via La Bova. La Pro Loco ha voluto premiare anche Tania Comelato, per il bell’allestimento del cancello di ingresso alla propria abitazione in via Tempesta. Si è poi passati a premiare il miglior allestimento in piazza che la giuria ha attribuito allo stand della fornace Laterizi San Marco. Un riconoscimento anche agli artefici dei tre giardini in piazza: vivaio Meletto di Trebaseleghe, vivaio Lucato di Piombino Dese e Istituto Konrad Lorenz di Mirano, sul cui giardino il Gruppo Infiorata di Noale ha realizzato lo stemma della Pro Loco. Per il concorso del miglior balcone fiorito, il cui premio va a quei noalesi che nell’arco dell’intero anno curano e abbelliscono il proprio giardino di casa, tre i vincitori: Luigino Marcato di via Sandono, Marina Tronchin di via S. Caterina e Lucio Cecchetto di via Casone (targa ritirata dalla moglie Giovanna).

Tra i tanti momenti di spettacolo e intrattenimento offerti dalla Pro Loco nell’arco della giornata, molto apprezzati dal pubblico le esibizioni del Mimo Nardini. I bambini sono stati poi attratti dalla presenza di Fenix, una grande fenicottero rosa che ha animato le piazze.

Soddisfazione è stata espressa a fine giornata dal presidente dell’associazione, Francesco Bonaventura: “Anche oggi la Pro Loco ha dato dimostrazione delle sue enormi potenzialità e della sua grande esperienza maturata in 35 anni di attività. Quando amministratori, commercianti, esercenti, associazioni di volontariato fanno squadra, Noale non ha rivali”.

La Nuova Venezia – 14 Aprile 2014

Il Gazzettino – 14 Aprile 2014


48056_506655872732656_1881536273_n

Sono 16 le fiorerie che partecipano alla mostra delle composizioni

Saranno 16 le fiorerie che prenderanno parte alla mostra delle composizioni floreali allestita in occasione della XXXV edizione di Noale in Fiore. Una partecipazione in costante aumento con fioristi che provengono da ben tre provincia, oltre Venezia anche Treviso e Padova. Il tema che la Pro Loco ha assegnato ai partecipanti quest’anno è “Metti un fiore a… cena”, ovvero viene chiesto loro di realizzare delle composizioni che possano prestarsi ad occasioni speciali come i momenti conviviali e le feste.

Le opere floreali realizzate dai fioristi ed esposte nelle sale del Palazzo della Loggia saranno anche quest’anno oggetto di votazione popolare, una modalità introdotta di recente che ha riscosso ampio consenso. Le fiorerie partecipanti sono: Ai giardini e Arcobaleno di Noale, Francesca di Moniego e Salzano, Bortolozzo di Campocroce di Mirano, Daniela di Zianigo, Denis ed Eden di Borgoricco, Fiori per te e I fiori di Michela di Scorzè, Foglie e fiori di Massanzago, La farfalla di Robegano, Lucato di Badoere, Rosa Vivaldi di Spinea, Rugiada di Salzano e Sogno fiorito di Zelarino.

La mostra sarà visitabile dalle 17 alle 23 di Sabato 12 e dalle 8 alle 19 di Domenica 13 aprile.

558521_506655742732669_876285157_n


pirola_09

Storia e tradizione del panevin de ‘a Pifania di Noale

Le straordinarie fotografie in bianco e nero di Samuele Galeotti raccontano per immagini una delle tradizioni popolari più diffuse del Veneto, quella del Panevin, che a Noale ha assunto negli anni una declinazione del tutto particolare, quella di una sorta di grande festa mascherata che si svolge attorno al falò propiziatorio che il 6 di gennaio viene acceso al centro della piazza principale della città.


Filastrocche, canti e motti popolari, in dialetto e con traduzione in italiano, rielaborati e tradotti da Dino Libralato a partire dalla ricerca storica su canovaccio originale dello scomparso Giacomo Dal Maistro, affiancano le allegre immagini dei girotondi attorno al fuoco, dei volti mascherati, delle faville che volano alte verso il cielo regalando agli spettatori buoni o cattivi auspici, speranze o grigi presagi.


Infine, l’introduzione del professor Ulderico Bernardi, Parlare al fuoco, delinea un interessante profilo storico culturale antropologico del rito, descrivendone origini e significati simbolici.

Pirola_parola


164401_430961130325938_1435550632_n

Sabato 12 anteprima in piazza con i successi dei Beatles

Il sipario sulla XXXV edizione di Noale in Fiore si alzerà già sabato 12 aprile, alle ore 20.30, in Piazza Castello con un’anteprima musicale.

Saranno i grandi successi dei Beatles a fare da colonna sonora di questo momento di festa tra i giardini fioriti. A suonarli una delle più apprezzate tribute band, tra l’altro di casa: The Pepperland. Il gruppo, formato da quattro musicisti noalesi accomunati dalla passione per la grande band che ha fatto la storia del rock, si è affermato per la grande attenzione ai suoni e alle melodie dei pezzi originali.

Grazie a Giovanni Liziero, voce & chitarra ritmica, Andrea Cagnin, chitarra solista & tastiera, Raffaele Liziero, voce & batteria e Fabio Contin, basso, si potranno ascoltare i successi che ciascuno di noi ha cantato almeno una volta nella sua vita rivivendo emozioni e sensazioni dell’indimenticabile epopea dei Beatles.

164401_430961130325938_1435550632_n


tramonto

Pianista fuori posto a Noale in Fiore

Tra gli artisti che si esibiranno domenica 13 aprile, in occasione della XXXV edizione di Noale in Fiore, ci sarà anche Paolo Zanarella, più conosciuto come “il pianista fuori posto”. E’ il terzo anno che questo straordinario musicista, padovano di origine ma potremmo dire ‘senza fissa dimora’, viene a farci visita portando la sua musica, la simpatia e passione che contagiano il pubblico che lo segue con calore.

Zanarella arriverà con il suo pianoforte con le ruote in Piazza XX settembre e per l’intera giornata suonerà le sue composizioni raccolte negli album da lui realizzati. Annoverato dal giornalista Stefano Lorenzetto tra i 25 veneti coraggiosi nel suo libro ‘Hic sunt leones’, il pianista fuori posto è diventato il personaggio che si incontra nelle piazze e per le strade delle città dove viene invitato o decide di recarsi. Come il 4 marzo scorso, a Bologna per celebrare il compleanno di Lucio Dalla.

Se volte saperne di più consultate il suo sito e guardate i video: www.ilpianistafuoriposto.it


PiantaNoaleinFiore

Domenica 13 aprile Noale in Fiore

Quando nel 1979 la Pro Loco fece il suo debutto organizzando la prima edizione di Noale in Fiore, pochi avrebbero pensato che dopo 35 anni la manifestazione sarebbe stata ancora capace di richiamare l’interesse di decine di migliaia di visitatori, diventando una delle fiere del settore florovivaistico più conosciute d’Italia. Il segreto della longevità del successo della manifestazione, in programma domenica 13 aprile, sta – secondo il presidente della Pro Loco, Francesco Bonaventura – nella sua capacità di rinnovarsi in ogni edizione, sapendo cogliere i tempi che cambiano e le nuove abitudini dei consumatori.

Noale in Fiore è qualcosa in più di un mercato di bancarelle di fiori e piante. Certo, la mostra-mercato rimane il fulcro della rassegna, ma i visitatori possono alternare i momenti di acquisti tra gli oltre 100 espositori, alla visita della mostra delle composizioni floreali presso il palazzo della Loggia, o all’ascolto e alla visione di musicisti e artisti di strada che si esibiscono, gratuitamente, per tutta la giornata. Possono visitare le torri medievali della città, la mostra delle opere che i pittori noalesi dedicano ai fiori (compresa l’artista che realizza il quadro simbolo di ogni edizione, quest’anno Teresa Bonaventura). Oppure soffermarsi tra i banchi del mercato di piante officinali e dei produttori dell’asparago di Badoere.

“Il valore aggiunto della festa dei fiori – spiega il sindaco di Noale, Michele Celeghin – è il contesto in cui essa si svolge, il centro storico della nostra città, un unicum per il suo straordinario patrimonio artistico-architettonico che trasforma la visita alla mostra-mercato in un’emozione unica da vivere con tutta la famiglia”.

Per celebrare il XXXV anniversario di Noale in Fiore, la Pro Loco ha organizzato un anticipo della festa, sabato 12 aprile, alle ore 20.30 in piazza Castello con l’esibizione del gruppo The Pepperland-Beatles Tribute Band e lo spettacolo di Nardini Mimo Clown, uno straordinario artista di strada.

Durante la manifestazione funzionerà un servizio di trenino gratuito che collegherà i parcheggi con l’area espositiva. Info: www.proloconoale.it

Leggi il Comunicato Stampa


Mimo Noale in Fiore

La simpatia del Mimo Nardini

Si esibirà per la prima volta a Noale, in occasione della mostra-mercato dei fiori, domenica 13 aprile. Stiamo parlando del Mimo Nardini, straordinario interprete dalla forma recitativa intensa e suggestiva.


Il suo spettacolo, che metterà in scena in anteprima sabato 12 in piazza Castello alle ore 21 e poi domenica nell’area fieristica, è struggente e divertente, appassionante e coinvolgente. ‘Cartoons’ è un susseguirsi di imprevedibili personaggi dove comicità, poesia, agilità e forza fisica riescono a coinvolgere il pubblico, non solo i più piccoli ma anche gli adulti. Oggetti diversi, quali un ombrello, una valigia, un palloncino, una bombetta, prendono vita come mossi per magia da un filo invisibile. Lo spettacolo è interamente muto, accompagnato da famosi brani musicali ed effetti sonori.


Numerose sono le partecipazioni a festival nazionali di arte di strada, manifestazioni, programmi televisivi, teatri e scuole nelle quali Nardini ha partecipato, entusiasmando e lasciando un piacevole ricordo.


Sito web: www.mimonardini.altervista.org/web/index.htm

22


sito web by ego web studio