Prenotazioni aperte per gli eventi sui misteri di Noale

Saranno due gli eventi noalesi del festival Veneto spettacoli di Mistero 2018. A promuoverli la Pro Loco che si avvale della regia di Lara Pavanetto, Lara Sabbadin, Tommaso Ciriello e Aldo Squizzato, uno staff di tutto rilievo al quale si devono le ricerche e storie messe in scena sabato 17 e domenica 18 novembre.

Si inizia sabato 17 novembre, presso la torre delle campane (tre i turni previsti, da 1 ora ciascuno: ore 20.30, 21.30 e 22.30), quando sarà teatralizzata la storia rinvenuta nell’Archivio storico cittadino, di Domenica la Inspiritada, arrestata come strega a Noale il 25 giugno 1578. La donna che proveniva da Porta San Tommaso di Treviso affermò di essere in possesso di un anello ‘dei sette spiriti’.

Lo spettacolo itinerante di domenica 18 novembre (due turni da 2 ore: alle ore 15 e alle ore 17) toccherà, invece, luoghi diversi nelle due piazze di Noale raccontando le storie della ‘lapide del capitano’ (il problema del vagabondaggio e dei poveri nella Noale del 1700 affrontato dalla antica e misteriosa confraternita dei Battuti); della ‘cassettina misteriosa’ (ambientata nel 1550, che parla della misteriosa scomparsa dalla camera del nobile noalese Bernardo Locatello, di una piccola cassa in noce appartenente alla moglie madonna Susanna Olivi); della ‘pazzia di Vampo Tempesta’ (siamo nel 1348 e si narra della decadenza della famiglia che per più di cento anni ha governato Noale) e per finire del ‘rapimento di Cassandra’ (febbraio 1542: la giovane Cassandra Carraro di 12 anni è rapita, di notte, dal monastero delle monache benedettine di Noale). Si tratta di un tour che, partendo da palazzo della loggia, farà tappa in torre dell’orologio, chiesetta dell’Assunta, chiesetta dei Battuti e corte di palazzo Locatelli-Menegazzi (ex ospizio).

Per partecipare agli spettacoli è obbligatoria la prenotazione (che va fatta via mail all’indirizzo info@proloconoale.it) visti i posti limitati e il versamento di un contributo di 5 euro a persona (la quota include un buono per gustare castagne e vino rosso il sabato, un assaggio di torta del Mistero la domenica).

“Da alcuni anni – spiega il presidente Enrico Scotton – la Pro Loco ha voluto investire su questo festival dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi del Veneto, forte del fatto che gli archivi di Noale sono ricchi di storie come quelle che verranno raccontate dai nostri appassionati studiosi nei due spettacoli in programma. Ed è l’occasione ancora una volta di mettere in campo le nostre migliori risorse, come il coro Thomas Tallis, i figuranti della contrada del Gato e Gruppo Tempesta, avvalendoci anche di bravi attori. Non ultime le pasticcerie che offriranno, nel pomeriggio di domenica, un assaggio delle torte realizzate appositamente per l’evento”.


Il 14 ottobre inizia la stagione del Teatro dei piccoli

Sono quattro gli spettacoli del cartellone di Teatro dei piccoli in programma a Noale a partire da domenica 14 ottobre. La rassegna, organizzata da Pro Loco, Talentree, Acqualtateatro con il patrocinio del Comune di Noale, si rivolge in modo particolare a scuole e famiglie.

Si parte con “Bonvià. La piccola grande odissea di Timul”, uno spettacolo di Susi Danesin che affronta il tema del viaggiare, anteprima assoluta prima del debutto al Teatro Toniolo di Mestre. Domenica 11 novembre sarà la volta degli “Ecomonsters”, marionette in materiale riciclato animate dalla compagnia All’Incirco. Dopo la pausa per il periodo natalizio, domenica 13 gennaio 2019 si riparte con uno spettacolo dedicato al tema dell’alimentazione: “Storie da mangiare. Teatro di cibo”, messo in scena dalla compagnia Le Strologhe. Conclusione domenica 10 marzo con Giorgio Gabrielli che presenterà lo spettacolo “Tra fossi e boschi”.

“Il teatro ha il grande potere di risvegliare i sogni nei bambini ed è momento di aggregazione anche per le famiglie. Per questo – ha detto in conferenza stampa il vicesindaco Lidia Mazzetto – sosteniamo questo bel progetto”. Per il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton, il teatro dei piccoli è la versione invernale della rassegna di artisti di strada che durante l’estate ha coinvolto migliaia di persone: “Il nostro obiettivo – ha spiegato – è quello di diffondere la cultura del teatro per i piccoli e le famiglie, sperando di scoprire qualche ragazzo di talento anche sul nostro territorio”. Per la compagnia Acqualtateatro il teatro dei piccoli è una proposta controcorrente che – come ha ribadito Maria Elena De Villaris “ha un immenso valore educativo”.

Due gli appuntamenti per ogni spettacolo: la domenica, inizio ore 17.00, per le famiglie (ingresso adulti 7 euro; bambini fino a 13 anni 6 euro); il lunedì replica per le scolaresche. Per informazioni rivolgersi a Sara Sartori, di Talentree, presidente@talentree.it; cell. 348.6123286.


L’11 ottobre riparte il filò in biblioteca, quest’anno di giovedì

Con l’arrivo dell’autunno ripartono, su iniziativa della Pro Loco e dell’associazione Mamme da favola, gli incontri del filò in biblioteca. “Per favorire una più ampia partecipazione – spiegano le organizzatrici – ci troveremo circa ogni quindici giorni, non più di martedì ma di giovedì. Mentre la formula del filò rimarrà la stessa del passato: tutte le partecipanti potranno svolgere dei lavori manuali, come ad esempio il ricamo o il disegno, mentre qualcuna di noi proporrà la lettura di alcune pagine di un libro”.

L’idea di far rivivere il filò, non come un tempo all’interno di una stalla, ma nelle sale della biblioteca civica, ha raccolto nei due anni passati parecchie adesioni. Così Pro Loco e Mamme da favola hanno deciso di continuare. A partire dall’11 ottobre, il secondo e il quarto giovedì del mese fino al 28 febbraio 2019, appuntamento nei locali della biblioteca (palazzo Scotto) alle ore 20.30.

Per informazioni e iscrizioni scrivere all’email info@proloconoale.it. La partecipazione è gratuita. Al termine di ogni serata verrà offerta una profumata tisana alle erbe.

 


Adviva - Realizzazione siti web