Giovedì da filò: si riparte il 7 novembre in Biblioteca

Con l’arrivo dell’autunno ripartono, su iniziativa della Pro Loco e dell’associazione Mamme da favola, gli incontri del giovedì da filò in biblioteca. “Anche quest’anno – spiegano le organizzatrici – ci troveremo circa ogni quindici giorni, il giovedì sera, a partire dal mese di novembre fino a febbraio 2020.  La formula del filò rimarrà la stessa del passato: tutte le partecipanti potranno svolgere dei lavori manuali, come ad esempio il ricamo o il disegno, mentre qualcuna di noi proporrà la lettura ad alta voce di alcune pagine di un libro diverso per ogni incontro. Termineremo la serata sorseggiando una calda tisana”.

L’idea di far rivivere il filò, non come un tempo all’interno di una stalla, ma nelle sale della biblioteca civica, ha raccolto negli anni passati parecchie adesioni. Così Pro Loco e Mamme da favola hanno deciso di continuare proponendo la quarta edizione. A partire dal 7 novembre, il primo e il terzo giovedì del mese fino al 20 febbraio 2020, appuntamento quindi nei locali della biblioteca (palazzo Scotto) alle ore 20.30.

Per informazioni e iscrizioni scrivere all’email info@proloconoale.it. La partecipazione è gratuita.


Il 16 e 17 novembre a Noale appuntamento con il Mistero

Storie di paure e di misteri. Da una parte la torre delle campane dove i più grandi potranno ascoltare, durante uno spettacolo itinerante, i racconti popolari sulla figura della “striga”. Dall’altra un’enorme zucca, dove i più piccoli confideranno le loro paure tra personaggi mascherati e ombre cinesi. Torna a Noale, su iniziativa della Pro Loco, il festival Veneto spettacoli di Mistero, promosso da Unpli e Regione del Veneto.

Due i giorni di spettacolo: sabato 16 novembre, solo in torre delle campane; domenica 17 novembre, in torre e in piazza Castello. La partecipazione agli spettacoli è possibile previa prenotazione (prenotazioni@proloconoale.it) e versamento della quota di adesione di 5 euro.

Si inizia sabato 16 con lo spettacolo dell’associazione culturale “Il Portico”  e I musici del Lusore che proporranno, su tre turni (19.30, 20.45 e 22.00), uno spettacolo liberamente tratto da racconti popolari della campagna veneta ispirato al tema del fantastico e del sovrannaturale. Titolo dello spettacolo: “La torre delle streghe. Strigonessi e misteriosi incantamenti”. Le musiche e i canti sono proposti dal vivo per rievocare la surreale atmosfera delle streghe. La lingua usata è quella veneta che riesce ad afferrare l’attenzione del pubblico grazie alla sua genuinità e spontaneità. All’uscita della torre gli spettatori potranno degustare un cartoccio di caldarroste e un calice di vino offerto dai volontari della Pro Loco.

Domenica altre tre repliche dello spettacolo nella Torre delle campane (orario 15, 16.30 e 18) dedicato ad un pubblico più adulto. Mentre per i bambini l’appuntamento è in piazza Castello all’interno della grande struttura gonfiabile a forma di Zucca. Lo spettacolo, dal titolo “Barba sucon e altre storie di misteri nella zucca dei desideri”, è proposto in collaborazione con l’associazione Il molino Rosenkranz. Entrando a piccoli gruppi alla volta, i bambini potranno ascoltare un attore raccontare storie di paura, con l’ausilio di maschere, oggetti e ombre cinesi. All’esterno un animatore gestisce il pubblico impegnato a scrivere e poi, “spedire” i suoi desideri e le sue paure, imbucando le lettere in una sorta di cassetta/totem che ha la forma di un volto. Quattro i turni di spettacolo: ore 15.30, 16, 17 e 17.30.

Ai partecipanti degli spettacoli domenicali sarà consegnato un buono per consumare un assaggio della Torta del Mistero presso le pasticcerie Emozioni Golose, Prosdocimi e Zizzola.


Adviva - Realizzazione siti web