Ricordo di Dal Maistro, ritratto di un uomo fuori dal comune

Ritratto di un uomo fuori dal comune. Si intitola così il ciclo di incontri che la città di Noale dedica al ricordo del suo concittadino Giacomo Dal Maistro, nel trentennale della morte. L’anniversario si sarebbe dovuto ricordare lo scorso anno, 2020, visto che il maestro, storico e poeta morì nell’aprile del 1990. Ma l’emergenza Covid ha costretto ad un rinvio.

Anche la Pro loco, che deve molto a Dal Maistro, è tra i promotori di questo speciale omaggio, insieme al Comune, all’Università del tempo libero e alla Regione del Veneto che ha concesso il suo patrocinio e ha finanziato, grazie all’assessorato all’Identità veneta, la ristampa del romanzo “Contesse e boari, altra zente – Roba veneta”.

Il primo appuntamento è in programma mercoledì 1 settembre, alle ore 21, nella piazzetta a lui dedicata davanti al municipio: Pino Costalunga, Luciano Zanonato e Gianni Sberze, con il Canzoniere Vicentino leggeranno alcune pagine del romanzo alternandole a canzoni della tradizione veneta (prenotazione obbligatoria su whatsapp al numero 3341051796).

La presentazione della ristampa di “Contesse e boari” avverrà il sabato successivo, 11 settembre, alle ore 11, in sala san Giorgio, alla presenza delle autorità cittadine, della presidente della VI Commissione Regione Veneto, Francesca Scatto. A tenere la prolusione sarà la docente dell’Università di Padova, prof.ssa Gianna Marcato che ha firmato la prefazione della ristampa del volume. Coordina il presidente della Pro Loco Enrico Scotton.

Terzo e ultimo appuntamento, giovedì 30 settembre (ore 20), presso il ristorante La Cicala dove si rivivrà la tradizione del Filò a cui il maestro Dal Maistro era molto legato. L’iniziativa sarà animata dalla Pro loco, dagli amici di G.D.M., dal gruppo “I fioi del Filò” e dal Trio ‘a la moda (prenotazione obbligatoria e a pagamento).


Serata con Paolino Libralato: aperte le prenotazioni

Si definisce ‘pittore di scena’. Nella sua quasi quarantennale attività di artista-artigiano ha realizzato enormi fondali per gli spettacoli dei maggiori teatri italiani e del mondo (dal Teatro alla Scala di Milano all’Opéra di Parigi per citarne solo un paio). Dopo gli studi all’Accademia di Venezia, s’innamora della pittura del Canaletto da cui impara la minuzia del dettaglio. Oggi è uno dei pochi pittori di scena ancora in attività in Italia. Il noalese Paolino Libralato ha deciso di svelarsi al pubblico venerdì 3 settembre in occasione della tappa a Noale della rassegna “Sotto le stelle a parlare di Veneto” promossa dalle Pro Loco del Decumano.

Ad intervistarlo sarà il giornalista Enrico Scotton in un viaggio alla scoperta di un’arte ‘effimera’ fatta di cuore e di tecnica.

L’evento, con inizio alle ore 21.00 sul palco di piazzetta Dal Maistro (prenotazione obbligatoria a info@proloconoale.it), sarà allietato da alcuni momenti poetici della compagnia Scherzi di fate.


A Mirano serata su piatti e ricette veneziane. Ospite Skardy

Venezia, una storia commestibile, è il titolo del libro di Pierangelo Federici che farà da sfondo alla serata organizzata dalla Pro loco di Mirano venerdì 27 agosto nella corte di villa Errera. L’autore del volume, pubblicato da solo qualche mese, illustrato dai disegni originali di Pietro Ricca ed edito da Lunargento, sarà sul palco con un ospite d’eccezione: Sir Oliver Skardy.

Il libro ci racconta di una città nata dalle difficoltà logistiche dell’essere l’unica laguna urbanizzata al mondo e che, dall’incontro con genti lontane, ha saputo disegnarsi un’incredibile storia anche dal punto di vista alimentare.

Oltre all’autore, alla presentazione partecipa Sir Oliver Skardy, musicista molto noto, ex frontman dei Pitura Freska e più recentemente anche protagonista della web serie “Menarosto”, un cooking channel in cui offre i suoi piatti a personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura, la cui sceneggiatura e regia sono curate proprio da Federici.

Anche grazie ai blitz musicali di Skardy e alla struttura narrativa del libro, leggera e punteggiata da ricette tradizionali, la serata si preannuncia diversa dalle più classiche presentazioni letterarie: in comune tra i due amici sul palco la ricerca dell’anima popolare di una città dall’immagine fin troppo sfruttata, ma spesso senza conoscerne la vera essenza.

La serata è inserita nell’ambito della rassegna “Sotto le stelle a parlare di Veneto” curata dalle Pro Loco del Decumano.

L’orario di inizio è alle 21.15. Per partecipare è necessaria la prenotazione (prolocomirano@gmail.com) e l’osservanza delle normative vigenti in materia Covid.


Adviva - Realizzazione siti web