Sarà dedicato alle rose il salotto naturalistico che la Pro Loco promuove anche quest’anno all’interno del programma della 38^ edizione di Noale in fiore. L’incontro, previsto venerdì 31 marzo, sarà ospitato nel salone dell’hotel Due Torri Tempesta. Ospite d’eccezione sarà Carlo Pagani, garden designer e fra i più famosi esperti botanici d’Italia. Direttore dell’Alta scuola di giardinaggio Flora 2000 a Budrio (Bo), da anni conduce una rubrica sul canale satellitare 418 “Leonardo” nel quale tiene piccole lezioni di giardinaggio applicato. Pagani è autore, tra le altre opere, del libro “Rose perdute e ritrovate” scritto insieme a Mimma Pallavicini.

Il salotto naturalistico “Aspettando Noale in fiore” sarà arricchito dagli interventi di Lucio Gianni, referente del progetto “Ville, giardini e rose” che presenterà il caso della “Dogaressa”, la rosa ultima creazione di Giulio Pantoli, maggiore ibridatore italiano vivente. Una rosa, che dovrebbe diventare simbolo delle ville della Riviera del Brenta e della Terra dei Tiepolo, di color rosa, il cui nome è risultato dal concorso rivolto agli studenti della Riviera. Il fiore molto profumato è stato utilizzato anche per dare vita ad un profumo del quale parlerà il chimico industriale dott. Fabrizio Zago.

La serata sarà allietata dalle musiche interpretate da Giacomo Grespan e G. Claudio Di Giorgio e dalle letture di testi letterari proposti da Michela Trevisan. “Vi condurremo in un viaggio tra passato e futuro – assicura il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton -, guidati per mano da esperti, inebriati dal profumo del fiore, tra musica e poesia. Concludendo, dulcis in fundo, con un assaggio di pasticceria sempre in tema di rose creato dalla pasticceria KoSìdolce di Moniego”. Si consiglia la prenotazione: info@proloconoale.it.

Scarica il volantino della serata

La rosa dogaressa