La Pro loco di Noale è pronta ad ampliare il suo già variegato ventaglio di eventi, puntando sempre di più alle famiglie. Lo ha annunciato il presidente Enrico Scotton nel corso dell’assemblea dei soci chiamati, lunedì 6 marzo, ad approvare il bilancio consuntivo. La nuova iniziativa, che va ad aggiungersi a quelle ormai consolidate della Pirola Parola (già svoltasi con grande successo di pubblico il 6 gennaio scorso), Noale in Fiore (in programma con molte novità il 9 aprile), l’Infiorata (18 e 19 giugno), Bovoeti Day (15 agosto), Veneto del Mistero (novembre), animerà le serate estive richiamando in città artisti di strada nazionali ed internazionali. La rassegna, già sperimentata e apprezzata nel corso dell’estate 2016, si chiamerà “Teatro Improbabile” e si svilupperà su 8 appuntamenti, in luglio e agosto, che interesseranno il capoluogo e le frazioni. A breve sarà presentato il manifesto dell’evento realizzato dall’illustratrice per l’infanzia Laura Michieletto.

“Il consiglio direttivo – ha spiegato il presidente – è intenzionato a raddoppiare gli sforzi per tenere alta la qualità degli eventi che animano Noale durante l’anno. Lo dobbiamo a chi crede in noi anche sostenendoci finanziariamente, come gli sponsor e gli esercenti del centro storico a cui ci siamo rivolti per far fronte alla costante riduzione dei sovvenzionamenti pubblici”. E proprio su questo fronte Scotton ha richiamato l’attenzione dei soci, rivolgendosi in particolare agli amministratori intervenuti all’assemblea, la vice sindaco Lidia Mazzetto e i consiglieri delegato Giuseppe Mattiello e Annamaria Tosatto: “In 10 anni – ha detto – abbiamo visto il contributo comunale (tra sponsor e poste a bilancio) passare da 63 mila a 4 mila euro. Ma il nostro impegno per Noale non è diminuito, anzi ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo continuato a lavorare con entusiasmo, riducendo tutte le spese possibili, sostenendo la nascita dell’associazione Palio, arrivando addirittura a rivedere il rapporto di lavoro con la nostra dipendente. Però è chiaro che se ci saranno ulteriori riduzioni saremo costretti a tagliare qualche iniziativa, perché è nostro convincimento che piuttosto di perdere in qualità è meglio ridurre in quantità, anche se rappresenterebbe per noi tutti una sconfitta”.

2016 CONSUNTIVO ENTRATE

2016 CONSUNTIVO USCITE

PREVISIONE 2017 ENTRATE

PREVISIONE 2017 USCITE

Assemblea dei soci