L’edizione numero 20 dell’Infiorata, in programma sabato 17 e domenica 18 giugno a Noale, si annuncia con un cambio di programma. Lo comunica la Pro Loco che, insieme alle contrade, realizza, nella solennità del Corpus Domini, il grande tappeto floreale di oltre 100 metri quadrati. “Per far sì che il quadro possa essere visibile ai numerosi visitatori già nella serata di sabato – spiega la coordinatrice Enrica Beda – abbiamo deciso di iniziare l’allestimento del disegno a sfondo religioso al mattino vista anche la sua complessità”. Il tema scelto dal gruppo Infiorata per l’edizione 2017 è il centenario dell’Apparizione della Madonna di Fatima.

Oltre al gruppo Infiorata che vedrà all’opera oltre un centinaio di persone, volontari della Pro Loco e delle sette contrade della città, è prevista anche quest’anno la partecipazione del gruppo di ‘madonnari’ Arte Antica che realizzeranno le loro immagini artistiche sul selciato di piazza Castello. Ai volontari del Gruppo Missionario invece il compito di predisporre sulla strada tra le due torri l’infrascata.  
 
“Siamo tra le poche città del Nord Italia a tenere viva questa tradizione – spiega il presidente Enrico Scotton – e riusciamo a farlo grazie all’impegno generoso di un gruppo di persone e al sostegno economico di alcune aziende del paese. Da qualche anno siamo presenti anche sull’Infiorata international network che riunisce i tappeti artistici di fiori e altri materiali realizzati in tutto il mondo”. 

Il programma del ventennale prevede un’anteprima venerdì 16 alla corte delle Tre Lune, dove alle 20 ci sarà l’aperitivo-incontro con il regista Andrea Segre e a seguire la proiezione del suo film “Io sono Li”, evento realizzato in collaborazione con l’assessorato alle politiche giovanili e gli Studenti per la biblioteca. Sabato 17, oltre alla realizzazione del tappeto artistico di fiori (saranno utilizzati circa 10 mila tra garofani e crisantemine) e alla realizzazione dei quadri dei Madonnari, alle ore 18.30, presso corte La Bova si terrà l’inaugurazione della mostra “Dogaressa e le rose antiche” a cura del vivaio La Campanella e in collaborazione con il perito agrario Stefania Carraro (la mostra sarà visitabile anche domenica 18, dalle ore 9 alle 19). Nella serata di sabato sotto la loggetta di Largo San Giorgio concerto “Vocal swing & songs” con il coro Getsemani. Domenica al mattino entreranno in scena i bambini delle scuole dell’infanzia paritarie che realizzeranno la loro “infiorata”. Alle ore 19.00 infine, la solenne processione del Corpus domini per le vie del centro storico, con la partecipazione del Corpo filarmonico Città di Noale. 

“Sono grato alla Pro Loco, alle contrade e a quanti si impegnano per realizzare questo tappeto a tema religioso – commenta il parroco don Antonio Mensi – perché con il loro lavoro danno un tono speciale alla solennità del Corpus Domini. Anche questo è un segno concreto della vivacità della comunità noalese”.

“Desidero ringraziare la Pro Loco, le contrade e tutti coloro che volontariamente lavorano da mesi con dedizione e passione per l’edizione 2017 dell’Infiorata del Corpus Domini che – ricorda il sindaco Patrizia Andreotti – è una delle principali solennità dell’anno liturgico ed un’antica tradizione apprezzata da tutta la comunità e che, sono certa, ci saprà sorprendere anche quest’anno”.
L’Infiorata è organizzata dalla Pro Loco di Noale, in collaborazione con il Comune di Noale, il contributo di Gruppo Cosmo, Butyrose Sila e NordEst Prati.

Cartellone