Domenica 14 gennaio un viaggio sulla luna per i più piccoli

Sulla luna puoi recuperare tutto le cose perdute sulla Terra. Ma sarà davvero come ipotizzava secoli fa l’Ariosto con la storia di Astolfo sulla Luna? Si potrà scoprirlo domenica 14 gennaio a Noale, nel corso dello spettacolo di teatro che si terrà presso sala San Giorgio (piazza Castello). La Compagnia Molino Rosenkranz e Acqualta Teatro attendono i più piccoli per accompagnarli in un viaggio straordinario sulla superficie lunare alla scoperta di un mondo di oggetti strani, chiacchieroni, simpatici, ricchi di caratteri differenti, proprio come gli esseri terrestri. “On the Moon” è il titolo dello spettacolo che avrà inizio alle ore 17.

La rassegna è organizzata dalla compagnia Acqualta teatro di strada e dall’associazione Talentree, con il patrocinio di Comune e il contributo della Pro Loco. Biglietti: 6 euro fino a 13 anni e 7 euro intero. E’ possibile prenotare telefonando al numero 3486123286 (dopo le 17.30).


Ecco i numeri vincenti della lotteria della Pirola Parola 2018

Si è svolta ieri, prima dello spettacolo pirotecnico che ha concluso la Pirola Parola 2018, l’estrazione della lotteria a premi della Befana. Dei cinque premi, messi in palio dalla Pro Loco, soltanto uno ha trovato subito il suo vincitore, il sig. Ferdinando Finotello di Spinea. Gli altri numeri estratti attendono invece di conoscere i fortunati possessori dei biglietti vincenti.Ecco i numeri: 3421 (calza n. 3), 2901 (calza n. 2), 2112 (calza n. 1) 2074 primo premio (cofanetto weekend per 2 persone). I premi, come da legge, saranno a disposizione per 30 giorni presso la sede della Pro Loco di Noale (tel. 041.440805).


Pirola Parola, sabato 6 gennaio rivive la tradizione in piazza

Sono iniziati a Noale i preparativi per la Pirola Parola, ‘antica festa de ‘a Pifania’ che, sabato 6 gennaio, concluderà le festività natalizie. E’ la Pro Loco da anni ad organizzare una rappresentazione (riconosciuta come “Meraviglia d’Italia”, titolo dato agli eventi più belli) che ripropone in chiave moderna la tradizione contadina dell’accensione di fuochi propiziatori che servivano agli anziani di un tempo a trarre il presagio per il nuovo anno osservando la direzione presa da fumo e faville.

Oltre alla partecipazione dei carri trainati dai figuranti in costume di Borgo Treviso, Borgo Mestre, Borgo Mirano e Borgo Camposampiero, la manifestazione sarà allietata dalla presenza del gruppo folcloristico della Pastoria di Borgo Furo, con una folta rappresentanza di pastori con baghe e zampogne e figuranti che rievocheranno i mestieri di una volta. Immancabili le befane che intratterranno i più piccoli in giochi e danze. Arriverrano per l’occasione anche i Pastori delle Dolomiti.

“Da alcuni anni abbiamo voluto caratterizzare sempre di più questo evento – spiega il presidente Enrico Scotton – come una festa delle famiglie, rendendo maggiormente protagonisti i bambini, nel giorno a loro dedicato. In questo modo teniamo viva una tradizione e cerchiamo di tramandarla alle future generazioni”.

L’inizio della rievocazione è previsto per le ore 15.00 quando da piazza XX settembre partirà il corteo che raggiungerà poi piazza Castello. Da qui, al ritmo della musica suonata dal Corpo Filarmonico, raggiungerà i giardini Beggio e la rocca dove si potrà assistere alla presentazione dei Borghi, al rito dell’accensione della Pirola Parola accompagnati dai canti del gruppo folk I toca mi, alla lettura del ‘pronostego’ da parte del vate, all’estrazione della lotteria (biglietti in vendita fino a mezz’ora prima dell’estrazione con primo premio week end per 2 persone e 4 mega calze). La manifestazione si concluderà con uno spettacolo pirotecnico sullo splendido contesto della rocca. “Anche quest’anno, nonostante mille difficoltà, siamo riusciti a tener viva questa tradizione della nostra gente, ma confesso – sottolinea il Presidente – che è sempre più difficile, anche alla luce delle nuove normative sulla sicurezza che comportano ulteriori spese. Mi auguro davvero che la gente sia generosa e acquisti tanti biglietti della lotteria”.

Durante l’intera giornata, in piazza Castello, sarà allestito un mercato di bancarelle in collaborazione con “Veneto a Tavola” (che proseguirà anche nella giornata di domenica 7 gennaio).


Babbo Natale vi aspetta la vigilia in piazza XX Settembre

Non c’è vigilia senza Babbo Natale. Con la sua slitta carica di doni arriverà anche quest’anno a Noale. L’appuntamento, inserito nel programma del Calendario vivente dell’Avvento organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con Acqualta teatro, è previsto alle ore 15.30 di domenica 24 dicembre.

Babbo Natale, seduto sul suo bianco trono, attenderà l’arrivo dei bambini sotto il grande albero illuminato di piazza XX Settembre pronto a regalare un sorriso e un dolcetto. Con questa iniziativa si conclude il Calendario dell’Avvento. La Pro loco dà appuntamento a tutti a sabato 6 gennaio per la Pirola Parola – Antica festa de ‘a Pifania.


Domenica 17 dicembre street band lungo le vie di Noale

Per la terza domenica di Avvento, il 17 dicembre a Noale arriveranno Gli Stellari, pronti a contagiare tutti con la loro alta carica energetica a suon di jazz e funky. L’evento, inserito nel programma del Calendario vivente dell’Avvento promosso dalla Pro Loco, si svolgerà nel pomeriggio, con inizio alle ore 15.30, dopo che al mattino migliaia di Babbo Natale avranno colorato di rosso le piazze e le vie della città.

Gli Stellari sono un gruppo formato da soli fiati e batteria. La loro musica è radicata nella tradizione afro americana, ma influenzata anche da un’infinità di stili come rock, drum&bass, dub, ritmi afro cubani. La formazione è così composta: Sergio Gonzo tromba, Luca Moresco trombone, Antonio Galluzzi sax, Glauco Benedetti tuba e Gioele Pagliaccia drums. Gli Stellari hanno suonato a Ferrara, Faenza, Udine, Vicenza, Padova, Tortona, Parma, Bergamo…. Porteranno la loro alta carica energetica nelle piazze e dentro le botteghe del centro storico. Riservando ai presenti anche una bella sorpresa.


8-10 dicembre: laboratorio di scultura a cielo aperto

Per il secondo weekend di Avvento, la Pro Loco di Noale ha invitato tre scultori di fama a dar vita, da venerdì 8 a domenica 10 dicembre, ad un Laboratorio a cielo aperto, un vero e proprio simposio di scultura su legno.

Sotto i gazebo allestiti in piazza xx Settembre, attorno al grande albero di Natale, per tre giorni di daranno appuntamento Arianna Gasperina, che proviene da Pordenone, padre Gianni Bordin, che vive in convento a Rovigo e Fabio Bortoletto, proveniente da Chatillon (Val D’Aosta).

Ai tre artisti saranno consegnati dei tronchi di legno dai quali, a colpi di scalpello e motosega, ricaveranno delle splendide sculture sotto gli occhi dei passanti.

“Siamo onorati – afferma il presidente Enrico Scotton – di poter riunire a Noale questi scultori, noti al pubblico di appassionati dei simposi a cielo aperto. Ciascuno di loro ha uno stile e una tecnica particolare. Sono certo che ci sorprenderanno per quanto sapranno ricavare da dei semplici pezzi di legno”.

Arianna Gasperina, nata nel 1978, si è diplomata al liceo artistico di Oderzo e si dedica dal 1995 all’attività di scultura. Privilegia uno stile figurativo attraverso il quale esprimere sentimenti, comunicare emozioni, trasmettere valori. Arianna ha esposto in numerose mostre d’arte, anche personali, in varie città d’Italia e partecipa ogni anno a manifestazioni artistiche “ex-tempore” di livello internazionale ottenendo diversi riconoscimenti e premi.

Padre Gianni Bordin ha sviluppato in Seminario la sua passione per l’uso delle mani iniziando a modellare l’argilla. L’approccio al legno è iniziato durante il suo soggiorno a Venezia dove, per sei anni, ha frequentato la Scuola di Teologia: ospite dei frati ha conosciuto e frequentato un artigiano che gli ha fatto conoscere gli strumenti per scolpire. I Simposi lo affascinano e vi partecipa da circa diciott’anni.

Fabio Bortoletto vive e lavora a Chatillon, è un giovane scultore e ha partecipato a varie edizioni della Fiera d S. Orso ad Aosta. Scolpisce per passione e per diletto, non ha studi artistici alle spalle ma ha frequentato la scuola del suo grande amico e maestro Silvano Ferretti. Le sue opere sono principalmente ispirate al mondo delle fiabe, delle leggende, al piccolo popolo del bosco fatto di elfi, fate e folletti; ma a volte ama variare rappresentando animali e figure grottesche.


Giovedì 7 dicembre in Loggia serata con l’Esde su Calvi

“La figura luminosa di Pietro Fortunato Calvi non è quella di un “eroe” da cartolina illustrata, fantasiosa e mitica, ma quella di un uomo e di un concitttadino presente con il suo esempio di coerenza morale, di coraggio civile, di chiarezza politica”. Lo scrive Eliseo Carraro nel saggio dedicato al ricordo dell’eroe noalese nel bicentenario della nascita, scritto per il periodico di storia locale edito dall’Esde. A Calvi è dedicato anche un altro articolo, firmato da tre studenti di quinta liceo dell’istituto Majorana-Corner di Mirano (Leonardo Sartoretto, Nicolò Trabacchin e Aurora Chinellato) che, sempre sulle pagine del fascicolo fresco di stampa, raccontano dell’hangar a lui dedicato all’Arsenale di Venezia e realizzato nel 1913 anche grazie ad un contributo di 408 lire raccolte dal comitato presieduto dal sindaco Prandstaller.

Gli autori di questi due saggi saranno, insieme a Dino Libralato (che ha firmato un articolo sulla storia e sul significato della “Pirola Parola”), i relatori all’incontro in programma giovedì 7 dicembre, alle ore 20.30, presso la sala consigliare di Palazzo della Loggia.

Dopo i saluti del sindaco Patrizia Andreotti, del presidente della Pro Loco Enrico Scotton e della preside Carla Berto, sarà Cosimo Moretti, presidente de L’Esde, ad introdurre la serata.

Al termine dell’incontro la pasticceria Alla Bastia offrirà a tutti i presenti un brindisi.

 


Dal 1 al 24 dicembre a Noale il Calendario dell’Avvento vivente

Un calendario dell’Avvento vivente. Non fatto di cartone. Ma di persone, botteghe e piazze. Pronte dal 1 al 24 dicembre a svelare le loro sorprese (degustazioni, sconti, omaggi e tanto altro). Accade a Noale su iniziativa della Pro Loco. Che ha condiviso il progetto della compagnia Acqualta Teatro, con il supporto del Comune di Noale e il contributo dell’azienda Trevisan. Sono 27 le attività commerciali che hanno aderito all’iniziativa presentata stamane in municipio alla presenza del sindaco Patrizia Andreotti e del presidente della Pro Loco Enrico Scotton.

“Un calendario dell’Avvento diverso dal solito. Un viaggio verso il Natale guidati da una mascotte della nostra cultura veneta: il folletto Mazzariol, vestito di rosso come Babbo Natale, ma molto più burlone. In questa cornice Noale dal 1 al 24 dicembre proporrà un evento al giorno, e nei giorni festivi eventi in piazza attorno ai presepi e all’albero sotto le luci delle luminarie” ha spiegato Scotton.

“Solo con un gioco di squadra si ottengono grandi risultati. Noale ha grandi risorse. Bisogna soltanto avere la pazienza di metterle assieme, ma poi il successo è assicurato. Sono riconoscente a Pro Loco, commercianti e quanti si sono prestati per dare vita ad un progetto davvero innovativo, che io stessa sono curiosa di scoprire” ha detto il Sindaco.

Presenti alla conferenza stampa anche Marielena De Villaris, della compagnia Acqualta Teatro, Andrea Trevisan, titolare dell’omonima azienda e Laura Michieletto, illustratrice noalese che ha prestato la sua matita per realizzare tutta la grafica.

I calendari dell’avvento saranno in distribuzione da domani nei negozi aderenti e arriveranno presto a tutte le famiglie.  Info su sito e pagina Facebook della Pro Loco.


Dal domenica 12 novembre torna il Teatro dei piccoli

L’associazione Talentree e la compagnia Acqualta Teatro di strada, in collaborazione con la Pro Loco e il patrocinio del Comune organizzano anche quest’anno la rassegna Teatro dei piccoli. Si tratta di 4 spettacoli ispirati al tema del mese, che si svolgono la seconda domenica presso sala San Giorgio, in piazza Castello, con inizio alle ore 17 (biglietto fino a 13 anni 6 euro, intero 7 euro).

Per il primo spettacolo, domenica 12 novembre, arriverà la compagnia Teatro delle Dodici Lune di Italo Pecoretti: misteriose e strane creature formano la compagnia del Transylvania Circus. Uomini drago che sputano fuoco, fantasmi acrobati, un malinconico licantropo, ma non temete: gli artisti di questo circo speciale sono tutt’altro che pericolosi.

Si proseguirà domenica 10 dicembre con uno spettacolo dal sapore natalizio: “I tre pini di Natale” con la compagnia Molino Rosenkranz, una storia poetica sul rispetto e l’amore per la natura”. Il 14 gennaio 2018 sarà la vota di Acqualta Teatro, con una co-produzione con il Molino Rosenkranz dal titolo “On the Moon”, alla scoperta di che cosa c’è sulla luna. Infine domenica 11 febbraio, in pieno Carnevale, lo spettacolo “Festa di compleanno” con la compagnia Bambabambin.


Eventi Veneto del Mistero a Noale: non ci sono più posti!

La storia d’amore dei due sfortunati amanti Giovanni e Fiore realmente accaduta nella contea di Noale nel 1332, ma anche l’epica vicenda di Pietro Fortunato Calvi, uno dei più noti rivoluzionari dei moti del 1848, impiccato il 4 luglio 1855 a Mantova. I due eventi organizzati dalla Pro Loco nell’ambito del Festival Veneto spettacoli di mistero 2017, offriranno l’occasione di scoprire luoghi e personaggi misteriosi che fanno parte della storia noalese.

Si inizierà sabato 18 novembre con la Cena del mistero durante la quale saranno rievocate le gesta di quattro personaggi vissuti in epoca medievale nel castello di Noale: il trovatore Uc de Saint Circ che allietò la corte dei signori Tempesta di Noale con le sue poesie e canzoni, e si innamorò della vedova di Guercio Tempesta, di nome Stadaglia. I due sfortunati amanti Fiore e Giovanni, ammazzati in un campo di grano dal padre di lei. Infine Ezzelino da Romano che nel 1245 assediò la Rocca di Noale, ma poi la ricostruì. La cena si svolgerà presso il ristorante Ca’ Matta. Questo il menù proposto ai commensali: sopressa nostrana, salato e lardo, crostoni de pan casareccio, saor de patate, succa rosta, ricota e formajo; minestra povera de legumi e verdure; luganega incrocio coi funghi e poenta; dolse co i cachi e nose e torta de pomi e zenzero. Costo a persona 35 euro (prenotazioni a info@proloconoale.it).

Domenica 19 novembre, con inizio alle ore 14.30, i volontari della Pro Loco con l’ausilio di alcuni artisti della compagnia Acqualta teatro di strada in collaborazione con il coro Thomas Tallis e l’associazione Danza Vaganova, proporranno uno spettacolo itinerante all’aperto sulla base dei testi elaborati da Lara Pavanetto. “I visitatori – spiega il presidente Enrico Scotton – avranno modo di conoscere la commovente storia d’amore di Giovanni e Fiore, la crudeltà del tiranno Ezzelino e la temerarietà di Nicolò Tempesta, il frate senza testa del convento di San Giorgio e il coraggio del soldato Pietro Fortunato Calvi, in un viaggio nella storia, tra le vie e i palazzi della nostra città, alcuni di proprietà privata appositamente aperti per noi, come villa Rossi”.

Iscrizione obbligatoria entro il 15 novembre a info@proloconoale.it (costo 3 euro, bambini sotto i 10 anni gratis).

Al termine verrà consegnato ai partecipanti un buono sconto per una consumazione presso le pasticcerie della città (Bastia, Emozioni Golose, Prosdocimi e Zizzola).


Il presidente Scotton consegna nuova divisa a volontari associazione Carabinieri

Pro Loco di Noale e Associazione nazionale Carabinieri rinsaldano il loro sodalizio in vista degli eventi 2018. “Siamo grati ai volontari dell’associazione che – spiega il presidente Enrico Scotton – in più occasioni, dai grandi appuntamenti come Noaleinfiore alle serate estive del Teatro di strada, hanno prestato il loro servizio contribuendo alla buona riuscita degli eventi”.

Il Consiglio Direttivo della Pro Loco, ringraziando i vertici dell’Associazione, Renato Pesce e Raffaele Mogavero, ha consegnato loro una divisa ufficiale, in versione estate e inverno, che andrà ad arricchire il corredo dei volontari in servizio. “Anche quest’anno – ricorda Pesce – il nostro organico è cresciuto grazie all’innesto di nuovi volontari. E presto se ne aggiungeranno altri. Con una bella novità per il 2018: entrerà a far parte del nostro organico anche una donna”. Prossimi impegni che vedranno assieme Pro Loco e associazione nazionale Carabinieri saranno gli eventi natalizi, in particolare la Pirola Parola 2018.


Dal 10 ottobre ripartono i “Martedì da filò”. Iscrizioni aperte

L’idea di far rivivere il filò, non come un tempo all’interno di una stalla, ma nelle sale della biblioteca civica lo scorso anno a Noale ha raccolto molte adesioni. Per questo Pro Loco e associazione Mamme da Favola hanno deciso di aprire le iscrizioni alla seconda edizione del “Martedì da Filò”.

“Mentre le nostre mani proseguono agili in una direzione – dicono le organizzatrici – la nostra mente può prendere tutt’altra strada e lasciarsi rapire dalle parole”. A partire da martedì 10 ottobre, il secondo e il quarto martedì del mese fino a marzo 2018, appuntamento nei locali della biblioteca (palazzo Scotto) alle ore 20.30 per trascorrere una serata impegnati in qualche lavoro manuale mentre le Mamme da Favola proporranno la lettura ad alta voce di qualche pagina di libro.

Per informazioni e iscrizioni scrivere all’email info@proloconoale.it. La partecipazione è gratuita. Al termine di ogni serata verrà offerta una profumata tisana alle erbe.

martedìdafiloprova2


La Storia in Rocca, il 30.09 e 01.10 primo evento multi epoca

Visitando la rocca di Noale, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, sarà come fare un viaggio nella storia. L’evento multi epoca, organizzato da Historica Memoria, Pro Loco e Città di Noale, con oltre 100 rievocatori, più di 10 gruppi di rievocatori storici provenienti da tutta Italia, eventi, conferenze e mercato storico, darà modo a grandi e piccini di immergersi nella vita degli accampamenti militari dall’età romana fino alla prima guerra mondiale. Tra i molti gruppi partecipanti ci sarà il gruppo di rievocazione storica 113eme Regiment d’Infanterie de Ligne con base a Firenze e nord Italia. Il reggimento ricostruirà vari momenti di vita militare come addestramenti di battaglione e delle reclute, prove di tiro e scene di vita quotidiana al campo riferite al periodo napoleonico.

“L’evento multi epoca – spiega Francesco Briggi, costumista di mestiere (titolare dell’Atelier Pietro Longhi di Venezia) e rievocatore storico per passione – consente al pubblico di poter, con un solo colpo d’occhio, fare un viaggio attraverso i secoli. Sono eventi dove c’è la massima cura per il dettaglio e coerenza con il periodo storico che viene rappresentato. In questa occasione la Rocca diventerà un grande accampamento, dove sarà possibile rivivere le scene di guerra e la vita militare. Sarà quasi come entrare dentro un grande macchina del tempo”.

“Siamo felici – commenta Enrico Scotton, presidente della Pro Loco – di poter collaborare all’organizzazione di un evento che ben si inserisce nel contesto di Noale, città ricca di storia, dove da tempo c’è un grande impegno nello studio, valorizzazione e rievocazione dei periodi e dei personaggi salienti. Le recenti celebrazioni per Egisto Lancerotto e Pietro Fortunato Calvi ne sono state la dimostrazione”. E a proposito di Calvi, all’eroe risorgimentale di cui quest’anno si ricordano i 200 anni della nascita sarà dedicata una conferenza con l’intervento di Riccardo Berto, autore di una pubblicazione su Calvi, uomo e soldato. “Un motivo in più – spiega il sindaco Patrizia Andreotti – per cui abbiamo accolto con favore la proposta di Historica Memoria e Pro Loco di inserire questo evento tra quelli promossi dalla nostra città, scegliendo il periodo in cui la città festeggia l’annuale sagra. Noalesi e non solo avranno così un motivo in più per venire a far visita alla nostra città”.

Il programma completo de “La storia in Rocca” si può trovare sul sito web della Pro Loco. Seguite la pagina Facebook dove verranno date altre notizie e curiosità. Venerdì 29 settembre, a preludio dell’evento, ci sarà una visita guidata “Stanotte a Noale. Ferro, fuoco e passione alla corte dei Tempesta”, promossa in collaborazione con l’Associazione del Palio (prenotazioni entro il 25 settembre scrivendo a info@proloconoale.it).

programmaStoriaRocca


Ultimo spettacolo, a Moniego il teatro dei burattini

Il teatro dei burattini chiude la rassegna che ha richiamato a Noale, nel corso dell’intera estate, artisti da tutto il mondo. Mercoledì 30 agosto per l’ultima tappa, nella piazza di Moniego, arriverà la Compagnia Aldrighi con lo spettacolo “Meneghino e Brighella, consiglieri d’amore”.

Valerio Saccà, fondatore nel 2014 della compagnia di Paese (Tv), è un artista a tutto tondo: scrive le commedie, scolpisce i burattini nel profumato legno di cirmolo, dipinge i fondali e cura la regia, assistito dalla moglie Nicoletta che prepara gli abiti dei burattini. Entrambi sono dei veri e propri cultori del teatro dei burattini, su cui hanno raccolto molto materiale databile tra il 1820 e il 1950. Protagonista indiscusso dei suoi spettacoli, oltre Brighella e Arlecchino, è Meneghin Pecenna, Meneghino. Questa antica maschera nasce nel ‘600 da Carlo Maria Maggi ma è durante il Risorgimento che si caratterizza ulteriormente e diviene eroe borghese, carattere che agisce sempre nel giusto e mai nella convenienza personale.

Lo spettacolo che verrà messo in scena a Moniego, con inizio alle ore 21.15, ingresso libero, racconta la storia di Giacometto, giovane scrittore senza un soldo, che per conquistare Rosabella, figlia del tirchio Pantalone, seguire i consigli del servitor Brighella, trovandosi invischiato in un terribile rapimento. Ma con l’aiuto di Meneghino la storia avrà un lieto fine. Una commedia dal gusto ottocentesco fatto di amori sofferti, intrighi e grotte brigantesche per uno spettacolo classico e senza tempo.

La rassegna di Teatro Improbabile, organizzata dalla Pro Loco di Noale, in collaborazione con la compagnia AcqualtaTeatro e il patrocinio del Comune, chiude i battenti con uno spettacolo di tradizione.

Meneghino e Brighella consiglieri d'amore


“La principessa e il drago”, mercoledì 23 agosto a Briana

Si intitola “La principessa e il drago” lo spettacolo che l’Atelier Carro Navalis di Conegliano metterà in scena mercoledì 23 agosto nella piazza di Briana, nell’ambito della rassegna di artisti di strada “Teatro Improbabile”, organizzata dalla Pro loco di Noale in collaborazione con la compagnia Acqualtateatro. La trama semplice ma avventurosa basata sui classici della commedia dell’arte dove Arlecchino deve salvare la bella Colombina dalle grinfie di un drago cattivissimo. Ma cose spesso accade le cose non sono come ce le aspettiamo, il vero cattivo ha trasformato un cavaliere in drago, quest’ultimo si alleerà con Arlecchino per spezzare il sortilegio e liberare Colombina.

Lo spettacolo, frutto della collaborazione tra Enrico Vanzella e Gianfranco Gallo (che è il direttore artistico della rassegna noalese), è pieno di colpi di scena con mappet giganti, trampoli, duelli con il fuoco scene coinvolgenti.

Appuntamento alle ore 21.15 in piazza a Briana; ingresso libero.

carronavalis


Adviva - Realizzazione siti web