Dal 13 al 22 luglio tutte le sere di scena il Circo Patuf

Debutta venerdì 13 luglio, alle ore 21.15, nel parco di via Vecellio, all’ombra della rocca di Noale, lo spettacolo “Cabaret La Plume” del Circo Patuf. Gli artisti, italo-argentini, sotto il piccolo tendone, in un’atmosfera romantica e retrò come nei vecchi Cafè Chantant parigini, entrano in scena, i costumi luccicano sotto le luci; ma qualcosa non funziona come dovrebbe… Riuscirà la compagnia a sistemare le cose?

Lo spettacolo, inserito all’interno della rassegna “Teatro Improbabile”, organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con Acqualtateatro e il Comune di Noale, avrà luogo ogni sera dal 13 al 22 luglio. E’ necessaria la prenotazione al numero 392/7342915 (per ragazzi e adulti è richiesta un’offerta di 10 euro; bambini sotto i 10 anni offerta libera; bambini sotto i 3 anni in braccio ingresso gratuito).

 

 


Il Circo Patuf ospite della rassegna Teatro Improbaile

L’arrivo del Circo Patuf, compagnia itinerante di artisti italo-argentini, sarà il pezzo forte della rassegna “Teatro Improbabile” che prenderà il via mercoledì 4 luglio a Noale. Il festival, voluto dalla Pro Loco per offrire alle famiglie l’occasione di trascorrere alcune serate estive in piazza all’insegna del divertimento, e organizzato in collaborazione con Acqualta Teatro e il Comune di Noale, porterà nella città dei Tempesta alcune tra le compagnie di artisti di strada tra le migliori in circolazione. Così lo spettacolo inaugurale, in piazzetta Dal Maistro, vedrà protagonista la compagnia Madame Rebiné, nata a Tolosa e composta da artisti che si sono formati alla scuola di circo Flic di Torino.

Gli altri spettacoli sono previsti l’11 luglio a Moniego, il 25 luglio a Briana, il 1 agosto in Borgo dell’Oasi (ex fornace) e l’8 agosto a Cappelletta (sempre alle 21.15). Con un fuori programma il 21 agosto sempre a Noale.

Il Circo Patuf, ospite speciale di questa seconda edizione del festival di artisti di strada noalese, presenterà ogni sera da venerdì 13 a domenica 22 luglio, sempre alle ore 21.15, nel parco di via Vecellio, il suo ultimo spettacolo intitolato “Cabaret la plume” (si consiglia la prenotazione 3927342915; è richiesta un’offerta libera e responsabile).

“Anche quest’anno – spiega Gianfranco Gallo, direttore artistico del festival – avremo clown, giocolieri, contorsionisti appartenenti a compagnie nazionali e internazionali in zona magari per altri spettacoli. Perché l’arte di strada vive di sorpresa e improvvisazione”.  La rassegna è stata promossa grazie al sostegno economico di alcune aziende noalesi. L’ingresso agli spettacoli è gratuito; come prevede l’arte di strada, al termine dello spettacolo gli artisti raccoglieranno offerte con il cappello.


Il tema di Maddalena Agostini vincitrice premio Nassuato

Partendo dal brano proposto, cerca di immedesimarti nel giovane protagonista e narra la sua esperienza attraverso i suoi occhi. Chi è il giovane? Dove sta andando? Da chi sta fuggendo? Quali sono i suoi sogni?

“Ce l’avevo fatta. Ero salito su quell’imbarcazione in mezzo a centinaia di altri, alcuni dei quali, dopo tanti giorni passati insieme, nel garage e nel camion, ormai erano diventati amici. Io che non avevo mai visto il mare prima d’allora, scrutavo quella distesa che si perdeva lontanissima, scura contro il cielo notturno”. (P. Zannoner: Sopra l’acqua sotto il cielo. Milano, Mondadori, 2006)

COMPONIMENTO DI MADDALENA AGOSTINI

Eravamo stretti lì, tutti terrorizzati dalle onde del mare che urtavano con violenza l’imbarcazione e la facevano oscillare. Eravamo tutti poveri, privati di ogni minima ricchezza che avevamo; tutto ciò che possedevamo l’avevamo scambiato con quel viaggio che ci avrebbe portato lontano dalle guerre.

A noi, che avevamo dato tutto, non era stato assicurato niente. Tutti volevamo realizzare i nostri sogni, volevamo una vita migliore. Ed io mi ritrovai li, circondato da persone ma così solo, senza la mia famiglia che aveva dato ogni cosa per la mia salvezza. In quell’imbarcazione c’era un gran baccano: gente che urlava, bambini che piangevano, donne incinte che pregavano. Durante il viaggio, però, si stava sempre meno stretti, le onde non avevano pietà e l’imbarcazione non si fermava mai.

Eravamo in molti, li, a non saper nuotare e le onde più violente si prendevano qualcuno di noi, che spariva in quell’enorme distesa d’acqua.  Man mano che ci avvicinavamo alla destinazione, l’Italia, cominciavo a chiedermi cosa mi sarebbe successo all’arrivo; in fondo ero solo un bambino in mezzo a tanta gente.

Una sera come tutte le altre navigavamo nel buio e da lontano vedemmo una nave. Tutti cominciarono ad agitarsi e io fui spinto a lato.

La nave si avvicinava, ma non si fermò. Il suo passaggio creò una grande onda, più violenta delle altre. Ancora una volta il mare fece vittime, una delle quali, stavolta, fui io. L’acqua era gelida e non mi lasciava respirare. Sentivo urla, a destra e a sinistra, i miei pensieri erano confusi: pensavo ai miei genitori che hanno dato tutto ciò che possedevano  sperando che mi salvassi e che ora erano poveri e non sapevano che non ce l’avevo fatta. Pensavo che ero così vicino alla vita che sognavo. In un attimo di follia e speranza cominciai a divincolarmi, cercando di avvicinarmi all’imbarcazione, ma non sapevo nuotare e l’imbarcazione era già lontana, non si fermava mai. Fui io, invece, a fermarmi. Le urla erano sparite, gli altri che, come me, erano stati scaraventati in mare erano spariti nelle sue gelide  profondità. In quel momento capii che non c’era più speranza per me e abbandonai le ultime forze che mi erano rimaste.

Così quel mare che tanto mi aveva affascinato, mi prese con sè. L’ultima cosa che ricordo è un’alga che mi sfiorò il braccio.

Spero che non ci siano stati altri disastri come questo, che i sopravissuti siano arrivati sani e salvi e che abbiano inseguito i propri sogni. Certo, non si può sapere, il mare è imprevedibile, ed io lo so bene.

Sono Samir, ho dieci anni, e li avrò per sempre.”


Teatro Improbabile a Moniego: spettacolo A ruota libera

Con il loro spettacolo “A ruota libera” i 4 Elementi hanno vinto il terzo premio italiano arte di strada al festival di Rimini. Dopo averlo proposto in molte rassegne italiane e nei principali festival d’Europa, mercoledì 11 luglio lo presenteranno nella piazza di Moniego a Noale, nell’ambito della rassegna “Teatro Improbabile” organizzata dalla Pro Loco.

Il tema centrale è la bicicletta: i due giovani protagonisti arrivano a cavallo di un Tandem con tanto di musica. Bolle di sapone giganti, monocicli da due metri, torce infuocate o coltelli volanti… Il tutto condito dall’improvvisazione continua con il pubblico.

La compagnia, composta da Giulia Rossi e Paolo Piludu, nasce a Vicenza nel 2006; da allora propone spettacoli in teatri, festival, piazze e feste di ogni sorta.

Lo spettacolo inizierà alle ore 21.15 e sarà gratuito (al termine, come prevede l’arte di strada, si raccoglieranno offerte con il cappello).


Dal 4 luglio torna la rassegna itinerante degli artisti di strada

Manca meno di un mese al primo appuntamento con la rassegna itinerante di artisti di strada “Teatro Improbabile”. Il primo spettacolo è previsto mercoledì 4 luglio nella piazzetta Giacomo Dal Maistro, tra sala san Giorgio e il Municipio. Quest’anno gli appuntamento sono 5, ogni mercoledì fino all’8 agosto, con tappa anche nelle frazioni di Briana, Cappelletta e Moniego. A rendere più importante il nostro festival itinerante concorrerà la presenta a Noale, per la prima volta, del Circo Patuf che arriverà il 13 luglio per restarci fino a domenica 22. A breve vi daremo altre informazioni.


Ecco il programma del Palio di Noale, edizione 2018

Su iniziativa dell’Associazione Palio, di cui la Pro Loco è socia, si svolgerà dal 7 al 10 giugno, la festa medievale del Palio. Per 4 giorni, in particolare sabato 9 e domenica 10, la città fortificata rivivrà i fasti del periodo in cui governavano i signori Tempesta, avogari del Vescovo di Treviso.

Pubblichiamo il programma dell’evento, ricordando che l’ingresso è gratuito.

 


L’Infiorata incrocia i giovani sulle strade verso il Sinodo

Guarda ai giovani, al loro percorso di vita e al loro cammino di fede, l’Infiorata 2018 che la Pro Loco di Noale, in collaborazione con le contrade del palio cittadino, organizza per sabato 2 e domenica 3 giugno. Il tema scelto per il quadro floreale, lungo oltre 100 metri che viene realizzato, da oltre vent’anni, nella città dei Tempesta in occasione della solennità del Corpus Domini, è il Sinodo dei giovani proclamato da Papa Francesco. “Ringrazio la Pro Loco e le contrade, oltre ai tanti volontari che si impegnano per realizzare questo tappeto floreale – spiega il parroco don Antonio Mensi – per aver voluto porre a tema questo appuntamento offrendolo come occasione per avvicinare i giovani noalesi al cammino che in agosto li porterà fino a Roma”. Il 2 e 3 giugno Noale, infatti, ospiterà l’iniziativa, promossa dalla Diocesi di Treviso, “Tende in piazza”: i giovani incroceranno e fermeranno qualsiasi altro giovane che si rendesse disponibile per una breve intervista sulla chiesa, i bisogni dei loro coetanei e il messaggio che le loro vite vorrebbero dare a Papa Francesco e ai vescovi per il Sinodo di ottobre.

Come al solito il tappeto floreale sarà realizzato da un centinaio di volontari che, a partire dal mattino di sabato 2 giugno, si daranno appuntamento sotto la torre delle campane, muniti di forbici, secchi, fiori, foglie e altri materiali naturali, per realizzare il disegno messo a punto dal gruppo Infiorata con l’ausilio degli architetti Nadia Ceoldo, Antonella Fersini e Luigi Fregonese. Oltre al quadro di fiori, per l’occasione la Pro Loco rinnova la collaborazione con Arte Antica Madonnara: saranno cinque gli artisti che realizzeranno sulla trachite di piazza Castello le loro immagini sacre dipinte con i gessi colorati (si tratta di Stefanio Frigo, Vittorio Ortolani e Francesca Schiavon di Verona, Emanuela Cerutti di Mantova, Natascia del Moro di Latisana).

“L’Infiorata è la conclusione di un lungo lavoro – spiega la coordinatrice Enrica Beda – iniziato parecchi mesi fa con l’individuazione del tema, la proposta di numerose bozze di disegno, la scelta di quello definitivo, la trasposizione in scala e la scelta di colori e materiali da utilizzare. Si tratta di un lavoro a più mani che vuol esprimere la grande passione di un gruppo di noalesi per la loro città, per renderla ancor più bella”. Anche il sindaco Patrizia Andreotti pone l’accento sulla creatività: “L’infiorata è un investimento sul futuro, sull’innovazione e sulla creatività. Perché l’Infiorata è tradizione, ha le proprie radici nel passato ma sa anche innovarsi, trasformarsi e sperimentare nuove forme artistiche ogni anno. Coinvolge tutti adulti e bambini. Un ringraziamento particolare va alla Pro Loco di Noale che da anni si spende malgrado le molteplici difficoltà e a tutti coloro che hanno collaborato per l’organizzazione dell’evento volontariamente. Sarà come sempre un week end che saprà emozionare e coinvolgere la cittadinanza ed i turisti”.

Il programma dell’Infiorata 2018 prevede sabato 2 giugno, a partire dalle ore 10.00 l’allestimento del quadro floreale “X Mille strade, verso il Sinodo dei giovani” a cura del Gruppo Infiorata in collaborazione con le contrade del palio e il Gruppo Missionario. In piazza Castello è prevista la realizzazione di immagini sacre a cura di Arte Antica Madonnara. In serata, alle ore 21.30, sul proscenio della torre dell’Orologio, si terrà un concerto di jazz con Daria Eibuschitz Quartet, una formazione guidata da un’eclettica violinista russa. Domenica 3 giugno, al mattino, oltre ai madonnari, è in programma l’Infiorata dei bambini delle scuole materne paritarie. Alle ore 19, infine, la solenne processione del Corpus Domini con la partecipazione delle autorità cittadine, delle contrade e del Corpo filarmonico Città di Noale.

 


Mostra fotografica sulle opere di devozione mariana a Briana

Nuova tappa della mostra fotografica itinerante che la Pro Loco di Noale ha voluto con l’obiettivo di far conoscere il patrimonio artistico e storico legato alla devozione mariana espressa nei secoli a Noale. Dopo Cappelletta e Moniego, tocca a Briana dove, durante i giorni della sagra, sarà possibile vedere esposte le fotografie realizzate da Antonio Mensi, parroco di Noale, appassionato fotografo, Valentina Pinto e Giorgia Senno.

La mostra, allestita fino al 6 maggio presso gli stand, è stata arricchita per l’occasione con alcune immagini delle opere d’arte dedicate alla Madonna  presenti sul territorio brianese, oltre a presentare affreschi, icone e statue alle volte poco conosciute dagli stessi noalesi che ricordano la nostra ricca storia dal XIV al XX secolo. La mostra vuol essere uno stimolo alla conoscenza di questo ricco patrimonio tracciando un cammino storico per immagini, invitando poi a percorrerlo visitando concretamente i luoghi significativi della nostra città.

 


La Fioreria Bortolozzo di Campocroce è stata la più votata dal pubblico

Anche quest’anno grande consenso ha riscosso, tra le migliaia di visitatori di Noale in Fiore, la mostra delle composizioni floreali allestita presso le sale espositive di Palazzo della loggia. Significativa la presenza dei maestri fiorai, titolari di una quindicina di fiorerie della zona, che hanno esposte le loro opere ispirate alle creazioni in tessuto di Patrizia Cigaina sul tema “Soffio d’Oriente tra fiori e trame”. Questo l’elenco delle fiorerie presenti: Fioreria Foglie e Fiori di Massanzago, Fioreria Oasi Verde di Camposampiero, Fioreria Lucato di Badoere, Fioreria Ortica di Noale, Fioreria Pattaro di Trebaseleghe, Fioreria Daniela di Zianigo, Fioreria Fiori e Parole di Moniego, Fioreria Rugiada di Salzano, Fioreria Arcobaleno di Noale, Fioreria Bortolozzo di Campocroce, Fioreria Eden di Borgoricco, Fioreria Sogno Fiorito di Zelarino, Boutique del Fiore di Preganziol, Fioreria Gardenia di Zero Branco, Fioreria La Margherita di Noale.

Il pubblico, oltre 4 mila persone tra sabato e domenica, ha apprezzato la qualità del lavoro svolto dai fioristi, votando le opere più belle che sono risultate quelle della Fioreria Bortolozzo di Campocroce (1.783 voti), Fiori e Parole di Moniego (1.738 voti) e Fioreria La Margherita di Noale (1.402 voti).

Il giorno dopo lo straordinario successo della 39^ edizione della mostra mercato di fiori, piante ed alberi ad alto fusto, il presidente della Pro Loco di Noale, Enrico Scotton, già guarda alla prossima edizione. “Alla fatica per il grande lavoro svolto è subentrata la soddisfazione per il risultato raggiunto grazie al lavoro dei volontari e della straordinaria squadra emergenza e sicurezza coordinata da Luigi Fregonese. Ora pensiamo già a domenica 14 aprile 2019, quando la Pro Loco e Noale in fiore celebreranno il quarantennale. E sarà anche l’ultima edizione del nostro mandato. Anniversari che meritano qualcosa di speciale. Condividerò con il Direttivo alcune idee che ho già in mente. Soprattutto per quanto riguarda installazioni sulla rocca e la valorizzazione di alcuni angoli della nostra città con il coinvolgimento di vivaisti. Ma non anticipiamo troppe cose. Intanto godiamo la gioia di aver regalato a Noale una straordinaria giornata che è stata anche un toccasana per le aziende espositrici e i nostri esercizi pubblici che a loro dire hanno vissuto una giornata fantastica”.


Noale in Fiore: tutte le info nella cartella stampa

Noale in Fiore, la mostra mercato di fiori, piante ed alberi ad alto fusto, è giunta alla 39^ edizione. La rassegna, ideata e organizzata dalla Pro Loco, è diventata nel corso degli anni uno degli appuntamenti più attesi del comparto florovivaistico regionale, vetrina delle novità del settore, punto di riferimento per quanti desiderano acquistare piante e attrezzature da giardino.

La 39^ edizione di Noale in Fiore si svolgerà domenica 8 aprile, dall’alba al tramonto. Sui 10 mila metri quadrati espositivi che si sviluppano sulle piazze Castello e XX Settembre, oltre all’area della Rocca, agli spalti nord, a via dei Novale e via Polanzani, giardini di via Vecellio, saranno presenti circa 130 espositori che allestiranno un mercato dove sarà possibile trovare ogni varietà di piante e fiori, strumenti per il giardinaggio, arredi da giardino, macchinette agricole per il taglio dell’erba, bulbi di ogni specie.

Noale in Fiore riserverà anche quest’anno uno spazio particolare, nella contrada Ca’ Matta e all’interno della rocca, ad una cinquantina di hobbisti che sono stati selezionati per offrire ai visitatori la possibilità di acquistare prodotti originali, frutto dell’ingegno e della creatività. In piazzetta Dal Maistro, oltre alla tradizionale giostra, saranno presenti anche alcuni produttori di erbe officinali.

Significativa anche la presenza alla rassegna noalese, dei maestri fiorai, titolari di una quindicina di fiorerie della zona che esporranno a partire dalle ore 16 di sabato 7 aprile le loro composizioni nelle sale del centrale palazzo della Loggia. Quest’anno le loro opere saranno ispirate alle creazioni in tessuto di Patrizia Cigaina (“Soffio d’Oriente tra fiori e trame”).

La 39^ edizione di Noale in Fiore sarà anticipata quest’anno da una festa notturna, sabato 7 aprile, realizzata in collaborazione con gli esercenti del centro storico. Alle ore 20.30, in piazza Castello, ci sarà musica con la street band Gli stellari, uno spettacolo per le famiglie con Mastro Bolla, artista fiorentino; a seguire dj set “Notte in vinile” con Doctor P. Sarà possibile anche consumare qualche prelibatezza presso i truck food presenti in piazza.

Noale in Fiore significa anche grande allegria. Sono dieci le formazioni musicali che durante l’intera giornata di domenica 8 aprile intratterranno in vari punti della città i visitatori. Si va dal blues rock al folk.

FESTA PER LE FAMIGLIE

Tra le numerose novità della 39^ edizione di Noale in Fiore ce ne sono alcune pensate soprattutto per rendere questa manifestazione sempre più accattivante per le famiglie e i bambini. In piazza Castello, già dal pomeriggio di sabato 7, sarà possibile cimentarsi con i giochi tradizionali in legno (dai birilli al calcetto) de La Tana dei tarli, uno spazio gioco fuori dal tempo che sarà a disposizione di grandi e bambini anche l’intera giornata di domenica.

Grazie al comando provinciale dei Vigili del fuoco di Venezia, in via Vecellio, verrà allestito il percorso gioco “115 Junior (Pompieropoli)”, dove i bambini potranno gratuitamente sperimentare divertendosi alcuni interventi di primo soccorso (le offerte raccolte andranno alla Città della Speranza di Padova). Sempre nei giardini di via Vecellio spazio anche ai cavalli e all’ippica, con il battesimo della sella proposto dal circolo Mesh di Mirano. Da non perdere poi l’appuntamento con gli artisti di strada. Sabato alle ore 18.30, nel giardino giochi allestito in piazza Castello si svolgerà lo spettacolo del Clown Crostino. Sempre lui intratterrà i più piccoli, a partire dalle 10.30 di domenica, sotto la loggetta di Largo San Giorgio mentre nei giardini Beggio si esibirà un altro artista, da Firenze, Mastro Bolla.

GIOVANI E ARTE: DUE APPUNTAMENTI

Giovani ed arte è il connubio che caratterizza l’appuntamento con Apery Spring in Art, in programma dalle ore 17.30 presso i giardini di via Vecellio. All’ora dell’aperitivo si potrà assistere alla perfomance artistica di Riccardo Fascina, Linda Simionato e Andrea Zallott accompagnati dalla musica di due band: Casalingue e Gianni Letta Blues Band.

Durante Noale in Fiore sarà possibile visitare anche la mostra “Marguerite, alchimie di vetro” del maestro Francesco Volpato allestita presso i locali della torre delle campane. Volpato è maestro-soffiatore di vetro, cresciuto alla scuola di Gian Carlo Moretti, nelle più famose officine di fusione del vetro di Venezia.

PREMIAZIONE PER IL MIGLIOR BALCONE FIORITO

L’inaugurazione della 39^ edizione di Noale in Fiore è in programma alle ore 11.00 sul palco di piazza Castello: ad accogliere le autorità e i premiati (tra i quali i cittadini noalesi scelti per il concorso ‘il miglior balcone fiorito’) come madrina arriverà Erika Chia la vincitrice della Festa delle Marie del Carnevale di Venzia 2018 accompagnata dalle altre finaliste.

In occasione di Noale in Fiore il Wwf organizza due visite guidate (ore 10 e ore 15) presso l’oasi Cave di Noale alla scoperta delle piante spontanee del territorio.

FORZE ORDINE E VOLONTARI PER LA SICUREZZA

Per la buona riuscita di Noale in Fiore lavorano, oltre ai volontari della Pro Loco, supportati dagli uffici comunali, anche tante altre persone: dalle forze di polizia (Polizia municipale e Carabinieri) ai volontari del gruppo di Protezione civile e dell’associazione nazionale Carabinieri che presidiano la viabilità e i punti più critici consentendo a migliaia di visitatori di muoversi in assoluta tranquillità.

La Pro Loco, in collaborazione con alcune associazioni di volontariato, ha disposto anche un piano parcheggi per quanti giungeranno a Noale in Fiore con la propria auto. Ma sarà possibile arrivare in città anche con il servizio di trasporto pubblico, autobus e treni. Le stazioni saranno collegate alle piazze da un trenino navetta.

IL PRESIDENTE DELLA PRO LOCO: UNA FESTA PER TUTTI

“La 39^ edizione di Noale in fiore, uno degli eventi più amati e partecipati del nostro territorio – spiega il presidente Enrico Scotton – ha richiesto un grande lavoro di preparazione svolto da decine di volontari che, in modo appassionato, spendono energie e tempo per creare ogni anno qualcosa di speciale. E’ una grande festa che coinvolge l’intera città, in modo particolare gli esercenti e i commercianti delle piazze che l’attendono con la speranza di poter accogliere i tanti visitatori nei loro locali e negozi. E’ una festa attesa anche dai bambini a cui da alcuni anni dedichiamo particolare attenzione, offrendo loro tanti spazi di divertimento”.

IL SINDACO DI NOALE: EVENTO CHE DA’ PRESTIGIO ALLA CITTA’

“Pur nelle difficoltà organizzative, dovute alle stringenti normative sulla sicurezza, Noale riesce a mantenere fede all’appuntamento con l’annuale Festa dei Fiori. Questo grazie all’impegno della Pro Loco e di tutti i volontari che– spiega il sindaco Patrizia Andreotti –  in questi mesi hanno fatto formazione sul tema della sicurezza ottenendo l’abilitazione a sovraintendere a questo tipo di eventi. Ma il mio grazie va anche agli espositori e a tutti quelli che a vario titolo contribuiranno alla riuscita di questa tradizionale manifestazione. Come amministrazione faremo di tutto per continuare a supportare questi eventi che danno visibilità e prestigio alla nostra città”.


Salotto naturalistico sulla seta, prenotazioni aperte

Aspettando la 39^ edizione di Noale in fiore, la Pro loco organizza una serata culturale dal suggestivo titolo “Trame di fiori e fili di seta”. Il salotto naturalistico si terrà mercoledì 4 aprile, con inizio alle ore 20.45, presso l’hotel Due Torri Tempesta di via Dei Novale. Ospite speciale sarà Patrizia Cigaina, un’artigiana e artista che realizza i suoi tessuti con la seta o altre essenze naturali e li dipinge a mano ritraendo soggetti tratti da antichi erbari e taccuini officinali dal medioevo in poi. I suoi tessuti saranno esposti, in occasione della festa dei fiori sabato 7 e domenica 8 aprile, nelle sale di Palazzo della Loggia durante la mostra delle composizioni floreali.

A parlare di seta, tessuti e del loro utilizzo nella storia del costume interverrà il sarto Francesco Briggi, dell’atelier Pietro Longhi che realizza i più bei costumi del Carnevale di Venezia. Un terzo intervento sarà affidato a Fernando Pellizzari, presidente dell’associazione nazionale di Gelsibachicoltura, che ricorderà la tradizione della coltivazione dei bachi da seta e illustrerà le prospettive future di questo settore del mondo agricolo.

La serata sarà allietata dalle musiche di Giovanni Claudio Di Giorgio al violino. Al termine vi sarà un assaggio di alta pasticceria offerto da KosìDolce di Moniego.

La partecipazione alla serata è su prenotazione che va fatta inviando una mail a info@proloconoale.it.


Le ‘sedie fiorite’ nei negozi annunciano Noale in Fiore

Anche quest’anno la mostra mercato Noale in fiore, in programma domenica 8 aprile, viene preannunciata in paese da alcune iniziative. “Una di queste – spiega il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton – vede la collaborazione del laboratorio di pittura promosso dall’associazione La Nostra Famiglia e l’insegnante Giovanna Niero con alcuni commercianti del centro storico. Nelle vetrine dei negozi, aderenti all’iniziativa, saranno esposte le sedie fiorite realizzate dai disabili adulti. Un bel modo per annunciare la primavera e la festa dei fiori”.

I pezzi sono unici ed artigianali. Al termine della festa saranno messi a disposizione di quanti vorranno fare una donazione all’associazione.

“I ragazzi – spiegano i responsabili dell’associazione – si sono ispirati ai fiori che si trovano nel giardino della casa di campagna, la famosa Monk’s House, il luogo dove Virginia Woolf scriveva i suoi famosi romanzi. Dai gerani ai crocus, dai tulipani alle rose, dalle mimose e altri tipi di fiori”.

Il progetto artistico unisce professionisti, volontari e persone disabili adulte in un’opera frutto di diverse abilità. “Ringraziamo i commercianti e la Pro Loco che si sono dimostrati sensibili alla nostra proposta – dichiara Giusy Bottacin a nome dei genitori de La Nostra Famiglia – e ci hanno dato la possibilità di essere partecipi di questo bel momento di festa”.

Il laboratorio Attiva-mente, sostenuto dai servizi sociali del Comune, sarà presente anche nel pomeriggio di domenica 8 aprile in piazza Castello dando la possibilità a tutti di cimentarsi con la pittura su tavoletta.


Vita di un burattinaio: Noale ricorda Sandro Bonomini

Vita di un burattinaio. Si intitola così la singolare mostra che sarà inaugurata sabato 10 marzo nelle sale di Palazzo della Loggia a Noale. Al centro la figura di Sandro Bonomini, padovano di nascita, insegnante filantropo, artigiano artista, burattinaio dalle mille voci e poeta, legato alla città dei Tempesta fin dall’anno 1998 quando, con la moglie Vincenza Giordano, allietava il pubblico che accorreva al palio con gli spettacoli de “La Grotta di Merlino”. Sandro, scomparso lo scorso anno, ha lasciato un patrimonio materiale e immateriale di cui la mostra, nata da un’idea di Vincenza e Gianfranco Gallo, in collaborazione con Maria Elena De Villaris e Luisa Sala, sarà testimonianza.

Insegnante di matematica e scienze, Sandro nutre la passione per il teatro di figura ma anche il teatro di strada. Così intraprende un nuovo “mestiere”, il burattinaio. Con una manualità spiccata (è architetto e costruttore di plastici) crea grandi e piccoli personaggi, burattini, teste scolpite e dipinte, spesso animali. Allestisce teatri in molte forme, dalla semplice “baracca” ad altre più fantasiose e complesse, altre ancora a forma di circo di cui interpreta la parte di direttore e gestisce, da solo, i suoi personaggi.

“La mostra – spiegano gli organizzatori – è in primo luogo pensata per i noalesi, molti dei quali hanno conosciuto Sandro da ragazzi, quando partecipavano alle prime edizioni del palio. Vuole essere un omaggio alla sua arte, alla sua fantastica creatività, all’operosità instancabile perché nulla del suo patrimonio culturale vada perduto”.

La mostra sarà visitabile dal 10 al 18 marzo, dalle 15 alle 17 e su prenotazioni per le scuole.


La XXXIX edizione di Noale in fiore in programma domenica 8 aprile

Si svolgerà domenica 8 aprile la XXXIX edizione di Noale in Fiore, mostra-mercato del florovivaismo e del tempo libero. “Stiamo raccogliendo le adesioni degli espositori che – spiega il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton – anche quest’anno chiedono numerosi di poter partecipare alla nostra manifestazione. Il nostro obiettivo è quello di garantire alle migliaia di visitatori che ogni anno ci vengono a trovare una rassegna di qualità, dove poter acquistare il meglio di piante e fiori per il proprio giardino, le novità più recenti del settore delle macchine agricole per il giardinaggio. Non solo: anche quest’anno garantiremo un ricco programma di intrattenimento rivolto in modo particolare alle famiglie”.

Il Consiglio Direttivo della Pro Loco sta anche predisponendo un dettagliato piano della sicurezza che terrà conto degli effetti che le disposizioni in vigore quest’anno, in materia di safety e security, avranno nell’organizzazione della mostra-mercato primaverile che richiama sempre un grande pubblico di appassionati. “Si tratta di misure che ci richiederanno un supplemento di forze, sia in termini di uomini che di risorse. Siamo pronti a farci carico di gran parte delle spese, chiedendo un piccolo contributo anche a ciascun espositore interessato come noi alla buona riuscita della manifestazione”.

Oltre alla rassegna florovivaistica, sono aperte le adesioni anche alla rassegna dedicata all’hobbismo allestita in Ca’ Matta e all’interno della rocca.

Per informazioni gli espositori e gli hobbisti interessati a partecipare possono scrivere a info@proloconoale.it.


Domenica di Carnevale tutti a teatro: spettacolo di burattini

Domenica di Carnevale tutti a teatro.  Accade a Noale dove è in programma uno spettacolo per famiglie e bambini, a partire dai 4 anni, dal titolo “Festa di compleanno”. A metterlo in scena sarà il burattinaio Paolo Rech, accompagnato da Nelso Salton al contrabbasso. L’inizio è previsto alle ore 17, presso la sala San Giorgio, in piazza Castello.

Da un’idea di Gigio Brunello nasce questo spettacolo poetico, con numerosi colpi di scena ed un ingegnoso impianto teatrale, che parla con semplicità del delicato passaggio dall’infanzia alla fanciullezza.

La rassegna è organizzata dalla compagnia Acqualta teatro di strada e dall’associazione Talentree, con il patrocinio di Comune e il contributo della Pro Loco. Biglietti: 6 euro fino a 13 anni e 7 euro intero. E’ possibile prenotare telefonando al numero 3486123286 (dopo le 17.30).

Info: http://www.talentree.it/teatrodeipiccoli.


Adviva - Realizzazione siti web