Pirola Parola, torna il 5 gennaio l’antica festa de a ‘Pifania

Come dice l’antico detto “l’Epifania tutte le feste porta via”, sarà la Pirola Parola – panevin de a ‘Pifania, in programma domenica 5 gennaio (in caso di maltempo lunedì 6), a chiudere il programma degli eventi natalizi della città di Noale.

La rappresentazione (riconosciuta come “Meraviglia d’Italia”, titolo dato agli eventi più belli del Paese) ripropone in chiave moderna la tradizione contadina dell’accensione di fuochi propiziatori che servivano a trarre il presagio per il nuovo anno osservando la direzione presa da fumo e faville.

Oltre alla partecipazione dei carri trainati dai figuranti in costume di Borgo Treviso, Borgo Mestre, Borgo Mirano e Borgo Camposampiero, la manifestazione sarà allietata dalla presenza del gruppo folcloristico trevigiano della “Pastoria di Borgo Furo”, con una folta rappresentanza di pastori con baghe e zampogne. Immancabili le befane che intratterranno i più piccoli in giochi e danze. Arriveranno per l’occasione anche i Pastori delle Dolomiti con cornamuse e organetti. Sul palco oltre al vate e alla marantega, il gruppo musicale de I toca mi. Torneranno anche le biciclette da lavoro dei vecchi mestieri ambulanti rappresentati dal gruppo “I Caenassi” di Spinea.

Inizio alle ore 15.30, conclusione alle ore 18.00 con l’estrazione della lotteria (primo premio una smart tv hd da 50 pollici) e lo spettacolo pirotecnico dalla rocca.

“L’Epifania è la festa dell’infanzia, per questo – spiega il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton – abbiamo voluto mettere i bambini al centro del nostro evento. Non solo quelli di Noale e dei paesi dintorno che ogni anno arrivano molto numerosi, ma anche agli alunni della scuola di Bereina in Papua Nuova Guinea dove opera suor Anna Pigozzo, sostenuta dal Gruppo missionario noalese che collabora con noi alla buona riuscita della manifestazione, ai quali andrà una parte del ricavato della lotteria”.


Domenica 22.12 Babbo Natale e spettacolo di arti visive in piazza

Nell’ambito degli eventi cittadini programmati per il periodo di Avvento, la Pro Loco ha in cantiere domenica 22 dicembre un altro bell’appuntamento. Alle ore 15.00 sotto l’albero di piazza XX settembre ci sarà Babbo Natale che seduto nel suo grande trono aspetterà i bambini più piccoli di Noale per far omaggio loro di un piccolo dono e scattare una foto.

Al termine della cerimonia con Babbo Natale, si svolgerà la performance del duo Daedra project, composto dai giovani artisti Elfo e Tina specializzati in arti visive, tecniche di flow art e manipolazioni ipnotiche. Vi aspettiamo numerosi. Spettacolo gratuito.


Domenica 8 dicembre Il Mago J apre la rassegna Teatro dei piccoli

E’ dedicato al Natale il primo appuntamento del Teatro dei piccoli a Noale. Domenica 8 dicembre il Mago J metterà in scena uno spettacolo di magia dal titolo “Questo Natale mi sono perso una renna”. Scritto e realizzato da Jefte Fanetti, artista torinese che utilizza giochi di prestigio, tecniche di clown, di giocoleria e cabaret, lo spettacolo vuol rendere il Natale ancora più divertente agli occhi dei bambini, dei loro genitori e nonni, tutti coinvolti in un’esperienza da vivere in prima persona.

La rassegna, organizzata da Talentree, Acqualta teatro di strada, Pro Loco e Città di Noale, proseguirà con altri tre appuntamenti nel 2020 sempre in sala San Giorgio con inizio alle ore 17.00. Domenica 12 gennaio sarà la volta di Francesca Zoccarato e Matteo Curatella con “La principessa Capriccio”, spettacolo di narrazione e musica dal vivo. Claudio e Consuelo saranno gli artisti protagonisti dello spettacolo “Roclò il circo segreto degli oggetti abbandonati” in programma domenica 9 febbraio, tra clownerie e musica dal vivo. Ultimo appuntamento domenica 8 marzo con il Teatrino a Due pollici che rappresenterà la storia “L’Anatra e la Morte”, spettacolo di burattini e disegni di sabbia.

L’ingresso è a pagamento: biglietto fino a 13 anni euro 6,00; adulti euro 7,00.

 


Giovedì da filò: si riparte il 7 novembre in Biblioteca

Con l’arrivo dell’autunno ripartono, su iniziativa della Pro Loco e dell’associazione Mamme da favola, gli incontri del giovedì da filò in biblioteca. “Anche quest’anno – spiegano le organizzatrici – ci troveremo circa ogni quindici giorni, il giovedì sera, a partire dal mese di novembre fino a febbraio 2020.  La formula del filò rimarrà la stessa del passato: tutte le partecipanti potranno svolgere dei lavori manuali, come ad esempio il ricamo o il disegno, mentre qualcuna di noi proporrà la lettura ad alta voce di alcune pagine di un libro diverso per ogni incontro. Termineremo la serata sorseggiando una calda tisana”.

L’idea di far rivivere il filò, non come un tempo all’interno di una stalla, ma nelle sale della biblioteca civica, ha raccolto negli anni passati parecchie adesioni. Così Pro Loco e Mamme da favola hanno deciso di continuare proponendo la quarta edizione. A partire dal 7 novembre, il primo e il terzo giovedì del mese fino al 20 febbraio 2020, appuntamento quindi nei locali della biblioteca (palazzo Scotto) alle ore 20.30.

Per informazioni e iscrizioni scrivere all’email info@proloconoale.it. La partecipazione è gratuita.


Domenica 1° dicembre accensione delle luci dell’Avvento

La Pro Loco organizza anche quest’anno la suggestiva cerimonia di Accensione delle luci dell’Avvento. Domenica 1° dicembre, con inizio alle ore 17.00, i bambini del paese, accompagnati dalle cornamuse dei pastori e dai figuranti in costume dei borghi della città, sfileranno in corteo nel centro storico, dalla rocca alle piazze Castello e XX Settembre, per accendere le luci dell’albero e dei presepi e aprire la prima casella del Calendario dell’Avvento, realizzato dai volontari della Pro Loco, sotto il palazzo della loggia.

La festa, organizzata con il contributo dell’Amministrazione comunale e la collaborazione dell’Ascom e dei commercianti, sarà arricchita dalla performance itinerante Come gli Angeli del Cielo di Silence Teatro. Sospinti da una brezza misteriosa, appaiono all’improvviso nella via, dotati di candide ali, un gruppo di attori, sotto forma di angeli, attraverseranno le piazze sollevando mulinelli di emozioni e scaglie di ricordi. Con questo nuovo spettacolo il Silence teatro prosegue il proprio lavoro di ricerca attraverso forme di espressione tendenti al connubio fra teatro e ambiente, tra spazi urbani e proposta artistica. Questa performance è dedicata soprattutto a coloro che caparbiamente credono ancora possibile assaporare la straniante bellezza del sogno.

Sponsor dell’iniziativa Ghedin Auto concessionaria Peugeot e Squizzato impianti elettrici.


Il 16 e 17 novembre a Noale appuntamento con il Mistero

Storie di paure e di misteri. Da una parte la torre delle campane dove i più grandi potranno ascoltare, durante uno spettacolo itinerante, i racconti popolari sulla figura della “striga”. Dall’altra un’enorme zucca, dove i più piccoli confideranno le loro paure tra personaggi mascherati e ombre cinesi. Torna a Noale, su iniziativa della Pro Loco, il festival Veneto spettacoli di Mistero, promosso da Unpli e Regione del Veneto.

Due i giorni di spettacolo: sabato 16 novembre, solo in torre delle campane; domenica 17 novembre, in torre e in piazza Castello. La partecipazione agli spettacoli è possibile previa prenotazione (prenotazioni@proloconoale.it) e versamento della quota di adesione di 5 euro.

Si inizia sabato 16 con lo spettacolo dell’associazione culturale “Il Portico”  e I musici del Lusore che proporranno, su tre turni (19.30, 20.45 e 22.00), uno spettacolo liberamente tratto da racconti popolari della campagna veneta ispirato al tema del fantastico e del sovrannaturale. Titolo dello spettacolo: “La torre delle streghe. Strigonessi e misteriosi incantamenti”. Le musiche e i canti sono proposti dal vivo per rievocare la surreale atmosfera delle streghe. La lingua usata è quella veneta che riesce ad afferrare l’attenzione del pubblico grazie alla sua genuinità e spontaneità. All’uscita della torre gli spettatori potranno degustare un cartoccio di caldarroste e un calice di vino offerto dai volontari della Pro Loco.

Domenica altre tre repliche dello spettacolo nella Torre delle campane (orario 15, 16.30 e 18) dedicato ad un pubblico più adulto. Mentre per i bambini l’appuntamento è in piazza Castello all’interno della grande struttura gonfiabile a forma di Zucca. Lo spettacolo, dal titolo “Barba sucon e altre storie di misteri nella zucca dei desideri”, è proposto in collaborazione con l’associazione Il molino Rosenkranz. Entrando a piccoli gruppi alla volta, i bambini potranno ascoltare un attore raccontare storie di paura, con l’ausilio di maschere, oggetti e ombre cinesi. All’esterno un animatore gestisce il pubblico impegnato a scrivere e poi, “spedire” i suoi desideri e le sue paure, imbucando le lettere in una sorta di cassetta/totem che ha la forma di un volto. Quattro i turni di spettacolo: ore 15.30, 16, 17 e 17.30.

Ai partecipanti degli spettacoli domenicali sarà consegnato un buono per consumare un assaggio della Torta del Mistero presso le pasticcerie Emozioni Golose, Prosdocimi e Zizzola.


28-29 settembre, va in scena La storia in rocca. Il programma

Per il terzo anno consecutivo la rocca di Noale si trasforma per due giorni in un grande libro di storia, in particolare rivivendo le principali pagine delle epopee militari. Torna, su iniziativa della Pro Loco e con il contributo del Comune e di alcuni partner privati, l’evento “La storia in Rocca”. Oltre 100 rievocatori, una quindicina di gruppi storici provenienti da tutta Italia, si daranno appuntamento sabato 28 e domenica 29 settembre in quella che, in epoca medievale, è stata la dimora della famiglia Tempesta, offrendo a grandi e piccini la possibilità di immergersi nella vita degli accampamenti militari dall’epoca romana fino alla prima guerra mondiale.

“La rievocazione multi-epoca – spiega Francesco Briggi, costumista storico e consigliere della Pro Loco – nasce per consentire al pubblico di ogni età di poter fare un viaggio attraverso i secoli, scoprendo, grazie alla cura per i dettagli e alla grande passione dei rievocatori, l’arte della guerra e la vita militare nel corso dei secoli. Ai bambini saranno offerti anche dei laboratori dove scoprire, ad esempio, come giocavano i loro coetanei ai tempi di Roma”. Questi i gruppi che hanno aderito: Sentinelle del Lagazuoi, I^ G. M.; Mordente Mordior, Lanzichenecchi, ‘500; Veterani delle Fiandre, ‘600; Milites Armati, fine trecento; Arcieri della Rocca, ‘300; Numeros Italorum, bizantini; Antica Torre, ‘200; Strategemata, Lanzichenecchi, ‘500; Fanti di San Nicolò, ‘500; Gruppo storico città di Palmanova, ‘600; 113ème Regiment Infanterie de Ligne; SFA Sezione Giuliana, LEGIO XV, romani; Zulu Wars, guerra africa del sud 1879; Malleus, 1490/1600, scherma storica.

Il programma prevede anche due conferenze storiche, nel piccolo teatro tenda all’interno della rocca: sabato 28, ore 15.30, sul tema “Ludus Latrunculorum, evidenze letterarie e archeologiche” a cura di Alessandro de Antoni (Soc. friulana archeologica, Legio XV Apollinaris); mentre domenica, alle ore 10.30, Giuseppe Catterin e Nicola Ryssov parleranno di “Storie di Marca”. Da non perdere la sfida che sarà proposta alle ore 17 di sabato 28 sulla spianata della rocca, a cura dell’associazione Malleus. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

La terza edizione della manifestazione sarà annunciata da una straordinaria mostra di soldatini di piombo a cura del club “Soldatini che passione”. Nelle sale espositive di Palazzo della loggia, nei giorni 21, 22, 28 e 29 settembre sarà possibile visitare, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20, una rassegna delle opere del maestro Elio Stella, di Lodovico Terzariol, Stefano Benetello e Maurizio Ruzza.

 


Sagra del Rosario: mercatino della creatività. Iscrizioni chiuse

La Pro Loco di Noale, nell’ambito delle iniziative inserite nel programma della tradizionale Sagra del Rosario organizzata e promossa dal Comune di Noale, promuove un mercatino della creatività, aperto a tutti coloro che realizzano oggetti unici frutto del proprio ingegno creativo.

Il mercatino si svolgerà nelle date di sabato 5 ottobre 2019 e domenica 6 ottobre 2019, dalle ore 10 alle ore 19, attorno a piazza XX Settembre.

Ad ogni espositore verrà assegnato uno spazio all’aperto di 4 x 3 metri. Non verranno forniti gazebo, tavoli o altro materiale che saranno quindi a carico dell’espositore.

La partecipazione al mercatino, pubblicizzato attraverso adeguata campagna stampa e web, prevede le seguenti quote di adesione:

  • 15,00 euro solo sabato
  • 20,00 euro solo domenica
  • 30,00 euro sabato e domenica.

Per manifestare il proprio interesse a partecipare la mercatino scrivere a info@proloconoale.it. La quota andrà versata con bonifico sul conto bancario della Pro Loco di Noale; il modulo di adesione opportunamente compilato entro e non oltre il 25 settembre 2019. La postazione verrà confermata all’atto della ricezione dell’avvenuto pagamento con bonifico.

 


La storia raccontata dai soldatini di piombo in mostra a Noale

Un soldatino non esce dalla fabbrica bello e finito. Un soldatino di piombo non è sempre e solo un semplice soldatino. Può rappresentare vari mestieri, sia delle armi che civili, può appartenere alle più svariate epoche, dall’antichità più remota al futuro immaginato dal cinema. Un soldatino è un pezzo di piombo che prende vita perché incontra il suo “soldatinaro” e l’incontro non è mai lasciato al caso. Ai soldatini di piombo, che appassionano migliaia di persone di tutte le età, è dedicata la mostra che aprirà i battenti sabato 21 settembre, su iniziativa della Pro Loco di Noale, nelle sale di Palazzo della loggia.

L’esposizione, inserita nel programma della rievocazione multiepoca “La storia in Rocca”, si intitola “I soldatini raccontano. Poesie di storia in piombo”. Saranno circa una settantina le opere in mostra: pezzi unici, veramente piccoli capolavori eseguiti e dipinti con enorme perizia tecnica che sapranno incantare i più disinvolti conoscitori come i visitatori meno esperti. Saranno visibili anche alcuni soldati romani e cavalieri medievali creati da Stefano Benetello, fanti italiani e ufficiali austriaci usciti dalle mani di Maurizio Ruzza, mentre Lodovico Terzariol proporrà figure di storia moderna e contemporanea, dal doge veneziano al Far West e alla Seconda Guerra Mondiale. Perla imperdibile, la sezione dedicata al maestro Elio Stella, artista indiscusso con un curriculum eccezionale. La mostra mette insieme alcuni artisti appartenenti al club “Soldatini che passione”, con il coordinamento storico della dottoressa Lara Sabbadin.

“Il soldatino – spiega Lodovico Terzariol, uno dei 4 artisti – non si compra in negozio già pronto: è una materia grezza che viene studiata e pensata, come ogni altro bel progetto che nasce nella mente e si materializza tramite l’uso esperto delle mani. Anche se piccolo, o forse proprio perché piccolo, richiede tante ore di lavoro e fatica. E poi richiede attenzione per essere osservato, perché naturalmente quelli da ricercare sono i dettagli”.

L’inaugurazione si terrà alle ore 17 di sabato 21 settembre; la mostra sarà visitabile sabato 21, domenica 22, sabato 28 e domenica 29 settembre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 20.00, con ingresso libero.


Concerto di musica barocca in corte delle Tre lune

La piccola corte del Palazzo delle Tre lune di Noale ospiterà, sabato 17 agosto, un concerto di musica barocca sotto le stelle. Su iniziativa della Pro loco e dei proprietari dell’immobile, oggetto nel recente passato di un prestigioso restauro, il bel cortiletto interno diventerà per una sera il palcoscenico dell’orchestra Baroque&Beyond.

La formazione, fondata da Tomasz Aleksander Plusa nel 2017, è composta da musicisti di varie nazionalità uniti dal desiderio di riscoprire repertori eseguiti raramente e regalare fresche reinterpretazioni di opere conosciute ed affermate.

Il programma che verrà eseguito a Noale prevede il concerto grosso no. 1 F-Minor di Alessandro Scarlatti, il concerto no. 7 from “Pensieri Adriarmonici” C-Major di Giacomo Facco, il concerto a quattro no.1 G-Minor (Diletto musicale nr. 94) di Baldassare Galuppi, la suite “La Bizarre” G-Major di Georg Philipp Telemann e per finire il concerto per due violini “La tempesta di mare” op. 1 no. 12 G-Major.

La formazione sarà così composta: Tomasz Aleksander Plusa – violino & direzione artistica, Aleksandra Kwiatkowska – violino, Clara Sawada – violino, Imke Jansen – viola, Nina Hitz – violoncello, Mattia Corso – contrabbasso, Earl Christy – tiorba.

Il concerto, con il patrocinio del Comune di Noale, sarà ad ingresso libero e avrà inizio alle ore 21.


Aperte le prenotazioni al Bovoeti Day di Ferragosto

Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla sesta edizione del Bovoeti Day in programma a Noale giovedì 15 agosto (ore 19.30). Pensato dalla Pro Loco come momento di convivialità per valorizzare un piatto della tradizione veneziana, l’evento è diventato l’occasione per quanti non sono in vacanza di trascorrere un Ferragosto alternativo tra le torri medievali delle città dei Tempesta.

Semplice il menù che verrà proposto durante la serata: piatto di bovoeti (preparati con tanto aglio, olio e prezzemolo) o in alternativa una gustosa porchetta, pane, formaggio, un buon prosecco, dolce e sgroppino. Ad allietare la serata i canti della tradizione popolare proposti del gruppo folk dei Fioi del Fiò.

“Il successo della manifestazione, nata quasi per gioco – spiega il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton – è senz’altro da attribuire all’originalità della proposta che, da quanto sappiamo è anche unica in tutto il nostro territorio”.

Le iscrizioni (costo 13,50 euro a persona) si possono effettuare fino al 13 agosto presso Pasticceria Prosdocimi e Panifico Alla Torre.

Partner dell’iniziativa Pasticceria Prosdocimi, Panificio Alla Torre, l’enoteca Sfusi ma Buoni, la Macelleria Trevisan, Primo Sbarco pescheria-gastronomia, e Formaggi Livio Micheletto di Scorzè.

La manifestazione del ‘Bovoeti Day’ gode del patrocinio del Comune di Noale.


Risate assicurate con Nespolo e il suo “Principe Ranocchio”

La storia di un principe trasformato in ranocchio che, vagando di loco in loco, cerca da una qualsiasi principessa il bacio fatato per cambiare la sua sorte. A metterla in scena, mercoledì 7 agosto nell’ambito della rassegna Teatro Improbabile di Noale, sarà Manuel Bruttomesso, in arte Nespolo lo giullare. Con giochi di alto equilibrismo, acrobazie squinternate e giocolerie disordinate affascinerà la principessa scelta tra il pubblico e la farà innamorare con poesie dantesche e del Lentini per riuscire, infine, a strapparle un bacio.

Manuel Bruttomesso inizia a fare spettacolo all’età di appena quindici anni. Ha iniziato come giocoliere ed equilibrista in feste di paese, feste di compleanno e con il circo. Nel frattempo, attraverso l’Associazione storica “Città del Grifo” di Arzignano (VI), si è avvicinato al medioevo e alla figura del giullare. Con “Città del Grifo” ha iniziato ad esibirsi nei castelli, nei luoghi storici e nei musei di tutta Italia. Per il suo aspetto magrolino e sbarbatello assunse il nome in arte di Nespolo con il quale ha intrapreso la sua carriera da solo. Sono nati i personaggi, a partire dal Principe Ranocchio e Cercamon la volpe. Nel 2001 si è trasferito a Torino per frequentare l’Atelier di Teatro Fisico; nel corso degli anni seguenti ha frequentato stage con alcuni dei migliori insegnanti d’Europa.

Lo spettacolo “Il principe Ranocchio”, che si svolgerà in piazzetta Dal Maistro (piazza Castello) con inizio alle ore 21.15, sarà anticipato dall’esibizione dei fratelli Peruzzi, Davide, Gioia e Miriam, tre giovanissimi artisti di strada di Noale con la passione per il circo e l’arte di strada.

Ingresso libero (offerta a cappello).


Riccardo Rosato, l’artista in Equilibrio domani al Borgo Oasi

Sarà un susseguirsi di equilibri, tra clave e incastri di persone, per culminare con il più difficile e spettacolare numero: un monociclo sopra una corda molle con 3 torce infuocate. Ospite del Teatro Improbabile, la rassegna organizzata dalla Pro Loco, arriva a Noale, mercoledì 31 luglio Riccardo Rosato con il suo spettacolo dal titolo “Equilibrio”.

Uno spettacolo divertente e coinvolgente dove il pubblico è chiamato a partecipare e mettersi in gioco fin dal primo numero, bambini, uomini e donne nessuno è escluso.

L’artista, di origini torinesi, ha alle spalle una carriera prima all’interno di gruppi e compagnia di arte di strada, poi, a partire dal 2013, come solista proprio con lo spettacolo di equilibrio con cui partecipa a diversi festival ed eventi. Nel 2014 Rosato si diploma all’Atelier di teatro fisico Philip Radice migliorando così ulteriormente la sua performance teatrale.

Lo spettacolo si svolgerà sul piazzale del Borgo dell’Oasi, sullo sfondo dell’ex fornace, con inizio alle ore 21.15, e sarà preceduto dall’esibizione di Tommaso Marchiori, giovanissimo sbandieratore della contrada della Cerva e dell’associazione Tempesta che presenterà un numero di singolo.

Ingresso libero (offerta a cappello).

 


Teatro Improbabile, tutto è pronto per il via della terza edizione

Tutto è pronto per il via della terza rassegna del Teatro Improbabile. La presentazione ufficiale del programma è in programma lunedì 1 luglio alle ore 12 in Municipio a Noale alla presenza del sindaco Patrizia Andreotti e del presidente della Pro Loco Enrico Scotton, oltre al direttore artistico Gianfranco Gallo e agli sponsor. Ospite d’eccezione sarà Federico Braguinsky artista della compagnia Circo Patuf, ospite della rassegna per il secondo anno consecutivo.

Il primo spettacolo è in programma mercoledì 3 luglio, in piazzetta Dal Maistro a Noale.


Infiorata, appuntamento il 22 e 23 giugno. Il programma

Sono partiti dal logo del mese missionario straordinario indetto da Papa Francesco per il prossimo ottobre – una croce missionaria con i colori dei 5 continenti e le parole battezzati e inviati – per ispirarsi nel progettare il grande tappeto floreale che sabato 22 giugno sarà realizzato dai volontari della Pro Loco e delle Contrade del palio di Noale. L’infiorata del Corpus Domini, che si potrà ammirare nella sua bellezza domenica 23 giugno sul proscenio della torre delle campane, cambia soggetto ogni anno. A decidere il tema, in accordo con la parrocchia dei Ss. Felice e Fortunato, è un gruppo composto da rappresentati della Pro Loco e delle contrade Bastia, Cerva, Drago, Gato, San Giorgio, San Giovanni e Sant’Urbano, con il supporto artistico di Linda Simionato e Nadia Ceoldo. “Il fatto di cambiare soggetto ogni anno – spiega la coordinatrice Enrica Beda – rappresenta uno stimolo a sperimentare nuovi disegni, nuove tecniche e nuovi materiali. E’ un lungo lavoro che inizia sei mesi prima dell’evento e che vede impegnate circa una quindicina di persone nello studio del cartone, nel calcolo del numero di fiori necessari, nella scelta dei materiali più adatti che saranno posati poi sulla base di sabbia”.

Per realizzare l’Infiorata, che sarà lunga 45 metri, verranno impiegati circa 6.000 mila garofani, 500 mazzi di crisantemina e centinaia di gerbere. Il tratto di strada tra le due torri medievali sarà ‘infrascato’ dai volontari del Gruppo Missionario.

“Come parrocchia – sottolinea l’arciprete don Antonio Mensi – dobbiamo essere grati alla Pro Loco e alle contrade per questo lavoro che consente di avere ogni anno una cornice straordinaria, veramente unica, su cui celebrare la solennità del Corpus Domini. Quello di quest’anno è un tema particolarmente attuale perché ci parla dell’impegno missionario della Chiesa, che riguarda tutti i battezzati laici”.

“Il mio ringraziamento va alla Pro Loco di Noale e a tutti i volontari e ai bambini che ogni anno si impegnano per mantenere vive le tradizioni– commenta il sindaco Patrizia Andreotti – il loro impegno ci aiuta a realizzare quello che ci siamo prefissati: valorizzare il nostro centro storico, creare attenzione sul nostro paese e sul suo grande patrimonio storico, culturale, architettonico. Anche l’Infiorata è parte del patrimonio di tutta la comunità”.

Il programma dell’Infiorata prevede sabato 22 giugno, a partire dalle ore 9, la realizzazione del tappeto floreale ad opera di un centinaio di volontari; in piazza Castello durante l’intera giornata si potranno ammirare i madonnari del gruppo Ars Antica, ovvero Emanuela Cerruti di Roncoferrato, Alice Lovato e Vanna Lodi Pasini di Mantova, Francesca Schiavon di Quinzano e Stefania Frigo di Negrar; alle ore 21.15 si terrà, sempre in piazza Castello, il concerto del Corpo Filarmonico Città di Noale con la partecipazione straordinaria del mezzo soprano Francesca Gerbasi.

Domenica 23 giugno, al mattino, sul selciato di piazza Castello, con inizio alle ore 9.30 prevista l’attività per bambini “Madonnari per un giorno – Colora la tua piazza”. Alla ore 19.30, dopo la santa messa, si svolgerà la solenne processione, alla presenza delle autorità, delle contrade e del Corpo filarmonico della Città di Noale: il corteo religioso transiterà attorno a piazza XX Settembre, transiterà sotto la torre dell’orologio, da dove i volontari del Gruppo Missionario lasceranno cadere sui fedeli petali di rose, per arrivare ai piedi del grande tappeto floreale che sarà calpestato soltanto dal parroco, prima di venir cancellato dai bambini della prima comunione.


Adviva - Realizzazione siti web