Noale in Fiore numero 40: aperte le iscrizioni

Noale in Fiore, la mostra mercato di fiori, piante ed alberi ad alto fusto, è giunta alla 40^ edizione. La rassegna, ideata e organizzata dalla Pro Loco di Noale (Venezia), inserita nell’albo delle fiere della Regione Veneto, è diventata nel corso degli anni uno degli appuntamenti più attesi del comparto florovivaistico regionale, vetrina delle novità del settore, punto di riferimento per quanti desiderano acquistare piante e attrezzature da giardino, registrando in una sola giornata più di 50 mila presenze.

Noale in Fiore si svolgerà domenica 14 aprile 2019, dall’alba al tramonto. Sui 10 mila metri quadrati espositivi saranno presenti circa 150 espositori che allestiranno un mercato dove sarà possibile trovare ogni varietà di piante e fiori, strumenti per il giardinaggio, arredi da giardino, macchinette agricole per il taglio dell’erba, bulbi di ogni specie. Spazio anche ad un ampio mercato degli hobbisti. Quindici fiorerie daranno vita invece alla mostra delle composizioni floreali presso Palazzo della loggia.

Per l’intera giornata suoneranno band e gruppi musicali, ci saranno spettacoli per i bambini (i giochi in legno di un tempo, il villaggio dei Vigili del Fuoco, il battesimo della sella, l’escursione in canoa attorno la rocca medievale…) e possibilità di degustare i piatti tipici della tradizione veneziana.

 


Torna il Teatro dei piccoli, domenica 13 gennaio ore 17.00

Nuovo appuntamento con il Teatro dei piccoli a Noale. Domenica 13 gennaio, alle ore 17.00, sala San Giorgio, in piazza Castello, ospiterà lo spettacolo “Biancaneve e i sette nani (o meglio i sette pani) e la principessa sul pisello”. Si tratta di un racconto di teatro di cibo messo in scena da “Le Strologhe”, in cui le due protagoniste, Temis ed Ines, rappresentano in chiave innovativa le due fiabe, utilizzando ortaggi e utensili da cucina.

Il duo è composto da Carla Taglietti, attrice, burattinaia, ombrista e Valentina Turrini, attrice e cantante e fa della narrazione e del teatro di figura gli elementi principali della propria ricerca teatrale.

La rassegna è organizzata dall’associazione Talentree con il contributo della Pro Loco e il patrocinio del Comune di Noale. Biglietti: 6 euro fino a 13 anni e 7 euro intero. E’ possibile prenotare telefonando al numero 348.6123286 (dopo le 17.30).

 


Ecco i biglietti vincenti della lotteria della Befana

Tre su cinque i premi della Lotteria della Befana ritirati ieri sul palco della Pirola Parola di Noale dai fortunati vincitori. Due quelli che attendono ancora di conoscere il possessore dei numeri estratti: il numero 1025 che ha vinto la calza di 3 metri, quarto premio della lotteria e il numero 1479 che ha vinto il secondo premio consistente nel cofanetto per un weekend romantico per 2 persone. I premi rimarranno a disposizione, come da legge, per 30 giorni presso la sede della Pro Loco (tel. 041.440805).

Questi gli altri numeri estratti: 1446 primo premio televisore 4K ultra hd rimasto a Noale, come il quinto premio, numero 1172, la calza da due metri e mezzo; 3352, Amazon Echo spot con Alexa, finito a Mirano.


Pirola Parola, appuntamento a domenica 6 gennaio 2019

Si svolgerà a Noale, domenica 6 gennaio, la Pirola Parola “Antica festa de ‘a Pifania”, evento che chiuderà le festività natalizie. E’ la Pro Loco, oramai da molti anni, ad organizzare una rappresentazione (riconosciuta come “Meraviglia d’Italia”, titolo assegnato agli eventi più belli del Belpaese) che ripropone in chiave moderna la tradizione contadina dell’accensione di fuochi propiziatori che servivano agli anziani di un tempo a trarre il presagio per il nuovo anno osservando la direzione presa da fumo e faville. Oltre alla partecipazione dei carri trainati dai figuranti in costume di Borgo Treviso, Borgo Mestre, Borgo Mirano e Borgo Camposampiero, la manifestazione sarà allietata dalla presenza del gruppo folcloristico trevigiano della “Pastoria di Borgo Furo”, con una folta rappresentanza di pastori con baghe e zampogne. Immancabili le befane che intratterranno i più piccoli in giochi e danze. Arriveranno per l’occasione anche i Pastori delle Dolomiti con cornamuse e organetti.

“Da alcuni anni – spiega il presidente della Pro Loco Enrico Scotton – abbiamo voluto caratterizzare sempre di più questo evento come una festa delle famiglie, rendendo maggiormente protagonisti i bambini, nel giorno a loro dedicato. In questo modo teniamo viva una tradizione e cerchiamo di tramandarla alle future generazioni”. L’inizio della rievocazione è previsto per le ore 15.30 quando da piazza XX settembre partirà il corteo che raggiungerà poi piazza Castello. Da qui, al ritmo della musica suonata dal Corpo Filarmonico cittadino, raggiungerà i giardini Beggio e la rocca dove si potrà assistere alla presentazione dei Borghi, al rito dell’accensione della Pirola Parola accompagnati dai canti del gruppo folk I toca mi, alla lettura del ‘pronostego’ da parte del vate. Poco prima delle 18 si procederà all’estrazione della lotteria (biglietti in vendita fino a mezz’ora prima dell’estrazione con ricchi premi). La manifestazione si concluderà con uno spettacolo pirotecnico sullo splendido contesto della rocca. Grande attesa quindi per l’annuncio del ‘pronostego’ che ci dirà come sarà il 2019. “Per la Pro Loco è un anno importante perché festeggeremo il quarantesimo di attività. Speriamo quindi che il vate ci dia qualche buona notizia, anche se noi ci accontenteremo dell’arrivo di nuovi volontari disposti a darci una mano a tener vivi i tanti appuntamenti dell’anno” osserva Scotton.

“Quest’anno – osserva il sindaco, Patrizia Andreotti – la Pirola Parola sarà sovrastata dallo splendido presepe che tutti possono ammirare nel proscenio della Rocca dei Tempesta. Pirola Parola e Presepe, due tradizioni importanti per la nostra comunità che ci doneranno un nuovo momento di gioia e di festa. Si potranno visitare le mostre aperte in centro storico, che a Noale non mancano mai. Grazie alla Pro Loco e a tutti i volontari che ogni anno rendono possibile tutto questo”. Durante l’intera giornata, in piazza Castello, sarà allestito un mercato di bancarelle in collaborazione con “Veneto a Tavola” (presente anche nella giornata di sabato 5 gennaio).


Lunedì 24 dicembre Babbo Natale attende i bimbi in piazza

Non c’è vigilia senza Babbo Natale. Con la sua slitta carica di doni arriverà anche quest’anno a Noale. L’appuntamento, inserito nel programma degli eventi per l’avvento organizzati dalla Pro Loco, è previsto alle ore 15.30 di lunedì 24 dicembre.

Babbo Natale, seduto sul suo bianco trono, attenderà l’arrivo dei bambini sotto il grande albero di piazza XX Settembre pronto a regalare un sorriso e una simpatica e dolce sorpresa. Con questa iniziativa si concludo gli eventi dell’Avvento. La Pro loco dà appuntamento a tutti a domenica 6 gennaio per la Pirola Parola – Antica festa de ‘a Pifania.

 


Sabato 8 dicembre incontro con Giorgio Cavazzano

“Il successo di Topolino? E’ un personaggio che nonostante la sua semplicità parla un linguaggio universale. Ci avete mai pensato che con i suoi colori, bianco-nero-rosso-giallo, raggruppa tutti i popoli del mondo? Ecco dove sta il segreto della sua popolarità”. Ad affermarlo non è uno dei tanti fans di Mickey Mouse, ma il più grande disegnatore italiano, e forse mondiale, dei fumetti di casa Walt Disney, il veneziano Giorgio Cavazzano.

Cavazzano, nato a Venezia e residente a Mirano, sarà protagonista di un evento durante l’Avvento a Noale: sabato 8 dicembre, alle ore 16.00, la pasticceria Emozioni Golose, per la quale il disegnatore ha realizzato il logo, gli dedicherà il panettone natalizio, con tanto di taglio ufficiale e degustazione per il pubblico presente. All’evento collabora anche la Pro Loco.

“Fare dolci e disegnare fumetti è quasi la stessa cosa, ovvero dare voce alle emozioni e suscitarne di nuove. Per questo tra me e Sandro (il titolare della pasticceria, ndr) è nata un’amicizia che ho voluto omaggiare prestando alcuni dei disegni a matita che ho realizzato per le copertine di Topolino di tutto il mondo” spiega Cavazzano. Le tavole saranno esposte all’interno della pasticceria di piazza XX Settembre fino al 6 gennaio 2019.

 


Madama Scintilla, spettacolo di fuoco per salutare l’Avvento

Si esibirà a Noale domenica 2 dicembre, alle ore 18.00, Gaia Atmen, un’artista di strada straordinaria capace di giocare con il fuoco e manipolare le fiamme. Il suo spettacolo, Madama Scintilla, che chiuderà la cerimonia di accensione delle Luci di Natale nella città dei Tempesta, su iniziativa della Pro Loco, è un connubio di tecnica ed abilità che sa regalare al pubblico, in particolare ai bambini, speciali emozioni.

Madama Scintilla è una guerriera luminosa, una vestale delle fiamme che con i suoi gesti eleganti arriva al cuore delle persone, portando quella scintilla capace di riscaldare il cuore. Tra numeri delicati come il cristallo, prove di destrezza ed effetti speciali Gaia Atmen regala al pubblico uno spettacolo indimenticabile.

Appuntamento in piazza XX Settembre.


Domenica 2 dicembre si accendono le Luci di Natale

L’Avvento è ormai alle porte e Noale, grazie alla Pro Loco, si prepara ad accoglierlo nel migliore dei modi. L’appuntamento più atteso è senz’altro quello dell’accensione delle luci che avverrà domenica 2 dicembre, con inizio alle ore 17. Da alcuni anni i nostri volontari si prodigano nell’allestimento del grande albero al centro di piazza XX Settembre (donato da una famiglia noalese) e nella realizzazione di due presepi: uno tradizionale nel piccolo cortile sotto la torre dell’orologio e uno più grande, con statue artistiche in legno, che quest’anno sarà allestito sul proscenio della rocca medievale.
La cerimonia del 2 dicembre si svolgerà con ritrovo presso i giardini Beggio per assistere all’accensione delle luci del presepe artistico. Da qui si formerà il corteo composto da pastori e figuranti dei borghi Camposampiero, Mestre, Mirano e Treviso, e dei bambini con fiaccole che, accompagnato dalla musica degli zampognari di Michele, si porterà poi in piazza Castello e sotto la torre per l’accensione delle luci del presepe tradizionale.
Il corteo giungerà infine in piazza XX Settembre dove alla presenza delle autorità cittadine si accenderà il grande abete di oltre 10 metri. Nell’occasione saranno accese anche le luminarie delle piazze allestite con il contributo dei commercianti, Confcommercio e Città di Noale.

La grande festa delle luci si concluderà con il fuoco protagonista dello spettacolo messo in scena da Madama Scintilla: si tratta di una straordinaria artista, domatrice delle fiamme che con i suoi gesti eleganti sa arrivare al cuore delle persone, regalando gocce di essenza di emozioni. Tra numeri delicati come il cristallo, prove di destrezza ed effetti speciali infiammati ci condurrà ad una riflessione sul bene e sull’amore.
La cerimonia sarà preannunciata da Susi Danesin, attrice, lettrice e formatrice, che proporrà alcune letture sul periodo dell’Avvento e del Natale, adatte ai più piccoli, ospite nelle pasticcerie della città, in un tour che partirà da Prosdocimi alle 15.30, poi da Emozioni Golose alle 16.15 e infine da Zizzola alle 17.
Sempre nell’ambito degli eventi per l’Avvento promossi dalla Pro loco, con il contributo dell’Amministrazione Comunale e di alcune aziende del territorio (Sirca, Ghedin concessionaria, Squizzato Impianti e Studio Commercialisti associati) lunedì 24 dicembre, vigilia di Natale è previsto l’arrivo di Babbo Natale che incontrerà tutti i bambini sotto l’albero di Piazza XX settembre dalle ore 15.30.
In collaborazione con la pasticceria Emozioni Golose, infine, sabato 8 dicembre, alle ore 16, nel locale in piazza XX Settembre è in programma l’incontro con un personaggio straordinario che ha fatto sognare e divertire con i suoi disegni milioni di bambini, ragazzi e adulti: Giorgio Cavazzano, il disegnatore veneziano di Walt Disney. Al grande artista la pasticceria ha dedicato un panettone, come riconoscenza per l’amicizia suggellata dalla realizzazione ad opera di Cavazzano del logo di Emozioni Golose. L’incontro si concluderà con il taglio del grande panettone.


Teatro dei piccoli: domenica 11 novembre ecco gli Ecomonsters

Il Teatro dei piccoli, organizzato a Noale da Talentree, Pro Loco, in collaborazione con Acqualtateatro, torna domenica 11 novembre, alle ore 17, in sala San Giorgio (piazza Castello). In programma lo spettacolo “EcoMonsters”, della compagnia All’inCirco in attività dal 2011 grazie all’incontro di Gianluca Palma (artigiano e musicista) e Mariasole Brusa (teatrante laureata in filosofia).

Nel suo laboratorio segreto il Dottor SpUtnik, aiutato dall’assistente robotica Laika, si sta cimentando nella più grande impresa della sua carriera di scienziato patafisico: creare la vita dalla materia! Però SpUtnik è notoriamente squattrinato e l’unica materia che ha a disposizione sono gli oggetti vecchi e rotti recuperati dalla discarica in cui vive. Per di più Laika continua a ribellarsi al suo stesso creatore mettendogli letteralmente i bastoni tra le rotelle. Fra esplosioni, esperimenti improbabili, cortocircuiti improvvisi e battibecchi continui Sputnik e Laika non si daranno per vinti. Sputnik, Laika e le loro marionette a fili, costruite interamente con materiali di recupero, accompagneranno il pubblico in un viaggio divertente, sorprendente, a tratti perturbante, dove le leggi della fisica si stravolgono e il quotidiano diventa straordinario.

La rassegna è organizzata con il patrocinio di Comune di Noale. Biglietti: 6 euro fino a 13 anni e 7 euro intero. E’ possibile prenotare telefonando al numero 348.6123286 (dopo le 17.30).

 


Spettacoli di Mistero, posti esauriti sabato e anche domenica

Saranno due gli eventi noalesi del festival Veneto spettacoli di Mistero 2018. A promuoverli la Pro Loco che si avvale della regia di Lara Pavanetto, Lara Sabbadin, Tommaso Ciriello e Aldo Squizzato, uno staff di tutto rilievo al quale si devono le ricerche e storie messe in scena sabato 17 e domenica 18 novembre.

Si inizia sabato 17 novembre, presso la torre delle campane (tre i turni previsti, da 1 ora ciascuno: ore 20.30, 21.30 e 22.30), quando sarà teatralizzata la storia rinvenuta nell’Archivio storico cittadino, di Domenica la Inspiritada, arrestata come strega a Noale il 25 giugno 1578. La donna che proveniva da Porta San Tommaso di Treviso affermò di essere in possesso di un anello ‘dei sette spiriti’.

Lo spettacolo itinerante di domenica 18 novembre (due turni da 2 ore: alle ore 15 e alle ore 17) toccherà, invece, luoghi diversi nelle due piazze di Noale raccontando le storie della ‘lapide del capitano’ (il problema del vagabondaggio e dei poveri nella Noale del 1700 affrontato dalla antica e misteriosa confraternita dei Battuti); della ‘cassettina misteriosa’ (ambientata nel 1550, che parla della misteriosa scomparsa dalla camera del nobile noalese Bernardo Locatello, di una piccola cassa in noce appartenente alla moglie madonna Susanna Olivi); della ‘pazzia di Vampo Tempesta’ (siamo nel 1348 e si narra della decadenza della famiglia che per più di cento anni ha governato Noale) e per finire del ‘rapimento di Cassandra’ (febbraio 1542: la giovane Cassandra Carraro di 12 anni è rapita, di notte, dal monastero delle monache benedettine di Noale). Si tratta di un tour che, partendo da palazzo della loggia, farà tappa in torre dell’orologio, chiesetta dell’Assunta, chiesetta dei Battuti e corte di palazzo Locatelli-Menegazzi (ex ospizio).

Per partecipare agli spettacoli è obbligatoria la prenotazione (che va fatta via mail all’indirizzo info@proloconoale.it) visti i posti limitati e il versamento di un contributo di 5 euro a persona (la quota include un buono per gustare castagne e vino rosso il sabato, un assaggio di torta del Mistero la domenica).

“Da alcuni anni – spiega il presidente Enrico Scotton – la Pro Loco ha voluto investire su questo festival dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi del Veneto, forte del fatto che gli archivi di Noale sono ricchi di storie come quelle che verranno raccontate dai nostri appassionati studiosi nei due spettacoli in programma. Ed è l’occasione ancora una volta di mettere in campo le nostre migliori risorse, come il coro Thomas Tallis, i figuranti della contrada del Gato e Gruppo Tempesta, avvalendoci anche di bravi attori. Non ultime le pasticcerie che offriranno, nel pomeriggio di domenica, un assaggio delle torte realizzate appositamente per l’evento”.

 


Il 14 ottobre inizia la stagione del Teatro dei piccoli

Sono quattro gli spettacoli del cartellone di Teatro dei piccoli in programma a Noale a partire da domenica 14 ottobre. La rassegna, organizzata da Pro Loco, Talentree, Acqualtateatro con il patrocinio del Comune di Noale, si rivolge in modo particolare a scuole e famiglie.

Si parte con “Bonvià. La piccola grande odissea di Timul”, uno spettacolo di Susi Danesin che affronta il tema del viaggiare, anteprima assoluta prima del debutto al Teatro Toniolo di Mestre. Domenica 11 novembre sarà la volta degli “Ecomonsters”, marionette in materiale riciclato animate dalla compagnia All’Incirco. Dopo la pausa per il periodo natalizio, domenica 13 gennaio 2019 si riparte con uno spettacolo dedicato al tema dell’alimentazione: “Storie da mangiare. Teatro di cibo”, messo in scena dalla compagnia Le Strologhe. Conclusione domenica 10 marzo con Giorgio Gabrielli che presenterà lo spettacolo “Tra fossi e boschi”.

“Il teatro ha il grande potere di risvegliare i sogni nei bambini ed è momento di aggregazione anche per le famiglie. Per questo – ha detto in conferenza stampa il vicesindaco Lidia Mazzetto – sosteniamo questo bel progetto”. Per il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton, il teatro dei piccoli è la versione invernale della rassegna di artisti di strada che durante l’estate ha coinvolto migliaia di persone: “Il nostro obiettivo – ha spiegato – è quello di diffondere la cultura del teatro per i piccoli e le famiglie, sperando di scoprire qualche ragazzo di talento anche sul nostro territorio”. Per la compagnia Acqualtateatro il teatro dei piccoli è una proposta controcorrente che – come ha ribadito Maria Elena De Villaris “ha un immenso valore educativo”.

Due gli appuntamenti per ogni spettacolo: la domenica, inizio ore 17.00, per le famiglie (ingresso adulti 7 euro; bambini fino a 13 anni 6 euro); il lunedì replica per le scolaresche. Per informazioni rivolgersi a Sara Sartori, di Talentree, presidente@talentree.it; cell. 348.6123286.


L’11 ottobre riparte il filò in biblioteca, quest’anno di giovedì

Con l’arrivo dell’autunno ripartono, su iniziativa della Pro Loco e dell’associazione Mamme da favola, gli incontri del filò in biblioteca. “Per favorire una più ampia partecipazione – spiegano le organizzatrici – ci troveremo circa ogni quindici giorni, non più di martedì ma di giovedì. Mentre la formula del filò rimarrà la stessa del passato: tutte le partecipanti potranno svolgere dei lavori manuali, come ad esempio il ricamo o il disegno, mentre qualcuna di noi proporrà la lettura di alcune pagine di un libro”.

L’idea di far rivivere il filò, non come un tempo all’interno di una stalla, ma nelle sale della biblioteca civica, ha raccolto nei due anni passati parecchie adesioni. Così Pro Loco e Mamme da favola hanno deciso di continuare. A partire dall’11 ottobre, il secondo e il quarto giovedì del mese fino al 28 febbraio 2019, appuntamento nei locali della biblioteca (palazzo Scotto) alle ore 20.30.

Per informazioni e iscrizioni scrivere all’email info@proloconoale.it. La partecipazione è gratuita. Al termine di ogni serata verrà offerta una profumata tisana alle erbe.

 


Per due giorni in rocca scene di vita militare di varie epoche

La rocca di Noale si trasformerà per due giorni in un grande libro di storia militare. Torna, per il secondo anno consecutivo, su iniziativa della Pro Loco e con il contributo del Comune, l’evento multi epoca “La storia in Rocca”. Oltre 100 rievocatori, più di 10 gruppi storici provenienti da tutta Italia, si daranno appuntamento sabato 29 e domenica 30 settembre in quella che è stata la dimora della famiglia Tempesta, offrendo a grandi e piccini la possibilità di immergersi nella vita degli accampamenti militari dall’epoca romana fino alla prima guerra mondiale.

“L’evento multi epoca – spiega Francesco Briggi, costumista, titolare dell’atelier Pietro Longhi di Venezia e consigliere della Pro Loco – nasce per consentire al pubblico di ogni età di poter fare un viaggio attraverso i secoli, scoprendo, attraverso la cura per i dettagli dei rievocatori, l’arte della guerra e la vita militare nel corso dei secoli. Grazie ai gruppi storici presenti in rocca, sarà come entrare dentro una grande macchina del tempo”.

Quest’anno particolare spazio sarà dedicato alla Grande Guerra, ricorrendo l’ultimo anno delle celebrazioni per il Centenario. Confermata, tra le altre, la presenza delle Sentinelle del Lagazuoi, gruppo nato in seguito al ripristino delle opere fortificate presenti tra le famose cime dolomitiche, che mette insieme amici, appassionati e collezionisti di uniformi originali del periodo bellico.  Sempre alla Grande Guerra sarà dedicata la conferenza (in collaborazione con Esde) in programma domenica 30, alle ore 11.00 in rocca, con l’intervento del giornalista-scrittore Edoardo Pittalis e di giovani ricercatori noalesi Alessia Marin e Riccardo Berto; sarà preceduta da una commemorazione ai caduti sotto palazzo della loggia alla presenza del sindaco Patrizia Andreotti e del presidente della Pro Loco Enrico Scotton.

Alla vigilia della due giorni rievocativa in rocca, venerdì 28 settembre, ore 20.30 (sala San Giorgio; consigliata la prenotazione via mail info@proloconoale.it), la Grande Guerra sarà ricordata attraverso uno spettacolo teatrale dal titolo “Se no jera par l’acqua del Piave e par el raboso dee Grave…”, commedia in due atti di Lorenzo Morao messa in scena dalla compagnia del Piccolo Borgo Antico di Cavasagra (Tv). Si tratta di una rappresentazione del conflitto bellico come poteva essere vissuto nelle immediate retrovie del fronte.

Il programma completo de “La storia in Rocca” si può consultare sul sito web della Pro Loco. Seguite la pagina Facebook dove verranno pubblicate notizie e curiosità.


Prenotazioni aperte per lo spettacolo sulla Grande Guerra

Una rappresentazione teatrale dedicata al ricordo della Grande Guerra. La promuove la Pro Loco di Noale, nell’ambito della rievocazione multiepoca “La Storia in rocca”, in collaborazione con il Comune e la compagnia del Piccolo Borgo Antico di Cavasagra. Venerdì 28 settembre, alle ore 20.30, in sala san Giorgio (piazza Castello), verrà rappresentata in due atti di Lorenzo Morao dal titolo “Se no jera par l’acqua del Piave e par el raboso dee grave… Ovvero le vicende della Grande Guerra vissute da un paese di retrovia”.

Gli eventi, ambientati nella retrovia del Montello, tra Caporetto e la battaglia del Solstizio, sulla scorta di un’accurata ricerca storica (curata da Adriano Fraresso), sono visti qualche anno dopo la fine del conflitto da un osservatore popolare com’è l’osteria dei puareti, in cui l’ostessa e gli avventori abituali condividono un’interpretazione realistica della guerra, aderente ai fatti vissuti, lontana dalla retorica trionfalistica dominante, sostenuto invece da Nando, infatuato dai tromboni di turno.

Il racconto alterna momenti drammatici ma anche popolarmente comici e divertenti che mettono in evidenza l’assurdità della guerra, la capacità di sofferenza della povera gente e le condizioni necessarie per tornare a sperare, ieri come oggi, in una vita migliore.

L’ingresso allo spettacolo è a offerta libera; si consigliare la prenotazione via mail (info@proloconoale.it).


Martedi 21 agosto in Sagretta dell’oratorio il Circo Pacco

Il Circo Pacco, compagnia di artisti di strada, si presenta a Noale forte dei suoi importanti premi conquistati negli anni. Con lo spettacolo “100% Paccottiglia” si esibirà martedì 21 agosto, all’interno dell’oratorio parrocchiale Don Bosco in occasione della tradizionale Sagretta dell’Assunta.

L’iniziativa si propone come fuori programma della fortunata rassegna “Teatro Improbabile” organizzata dalla Pro Loco di Noale, in collaborazione con Acqualtateatro e il Comune.

Uno spettacolo in cui il mondo del circo rivive in chiave parodistica grazie a due autentici cialtroni: Frank Duro e Gustavo Leumann. Rifiutati dal “Nouveau Cirque” e radiati dal circo classico, ai due eccentrici figuri non resta che creare il proprio circo: il Circo Pacco Nel tentativo di allestire il loro spettacolo cercano di guadagnarsi la scena e accattivarsi il pubblico. A costo di prevalicarsi l’uno con l’altro si sfidano a colpi di numeri al limite della cialtroneria tra piogge di pop-corn, magia comica, sequenze di giocoleria e acrobatica eccentrica. Ogni tentativo di stupire il pubblico cade nel fallimento e in un continuo gioco clown.

Inizio ore 20.30, l’ingresso è libero; al termine dello spettacolo raccolta offerte a cappello.

 


Adviva - Realizzazione siti web