Noale in Fiore, la mostra mercato di fiori, piante ed alberi ad alto fusto, è giunta alla 38^ edizione. La rassegna, ideata e organizzata dalla Pro Loco, è diventata nel corso degli anni uno degli appuntamenti più attesi del comparto florovivaistico regionale, vetrina delle novità del settore, punto di riferimento per quanti desiderano acquistare piante e attrezzature da giardino.

La 38^ edizione di Noale in Fiore si svolgerà domenica 9 aprile, dall’alba al tramonto. Sui 10 mila metri quadrati espositivi che si sviluppano sulle piazze Castello e XX Settembre, oltre all’area della Rocca, agli spalti nord, a via dei Novale e via Polanzani, giardini di via Vecellio, saranno presenti circa 180 espositori che allestiranno un mercato dove sarà possibile trovare ogni varietà di piante e fiori, strumenti per il giardinaggio, arredi da giardino, macchinette agricole per il taglio dell’erba, bulbi di ogni specie. Ci sarà anche uno spazio dedicato alle energie rinnovabili (fotovoltaico, solare…).

Noale in Fiore riserverà anche quest’anno uno spazio particolare, nella contrada Ca’ Matta e all’interno della rocca, agli hobbisti che sono stati selezionati per offrire ai visitatori la possibilità di acquistare prodotti originali, frutto dell’ingegno e della creatività. Sempre in rocca saranno presenti anche alcuni produttori di erbe officinali.

Significativa anche la presenza alla rassegna noalese, dei maestri fiorai, titolari di una quindicina di fiorerie della zona che esporranno a partire dalle ore 16 di sabato 8 aprile le loro composizioni nelle sale del centrale palazzo della Loggia. Quest’anno le loro opere saranno ispirate ad alcuni libri di illustrazione per l’infanzia (“Da una pagina sboccia il fiore: fantasie a colori”).

La 38^ edizione di Noale in Fiore sarà anticipata quest’anno da una festa notturna, sabato 8 aprile, realizzata in collaborazione con i commercianti e gli esercenti del centro storico. Alle ore 21, da piazza XX Settembre prenderà avvio una passeggiata tra negozi e bar: i visitatori saranno guidati dai ritmi danzanti della Funkasin Street Band, una formazione di musicisti che suonano fiati e percussioni. Durante la “notte fiorita” i negozi rimarranno aperti e sarà possibile scoprire le decorazioni fiorite realizzate sulle vetrine dagli allievi della scuola del fumetto Wonderlandcomics di Treviso.

Noale in Fiore significa anche grande allegria. Sono dieci le formazioni musicali che durante l’intera giornata di domenica 9 aprile intratterranno in vari punti della città i visitatori. Si va dalla musica lirica al jazz, dalle cover rock alla musica popolare.

FESTA PER LE FAMIGLIE

Tra le numerose novità della 38^ edizione di Noale in Fiore ce ne sono alcune pensate soprattutto per rendere questa manifestazione sempre più accattivante per le famiglie e i bambini. Per la prima volta arriverà a Noale Pompieropoli, il villaggio gioco dei Vigili del fuoco dove i bambini potranno gratuitamente sperimentare divertendosi alcune interventi di primo soccorso. Quest’anno spazio anche ai cavalli e all’ippica, con il battesimo della sella proposto, nei giardini di via Vecellio, dal circolo Mesh di Mirano. Da non perdere poi l’appuntamento con gli artisti di strada. Sabato alle ore 18.30, nel giardino dell’artista allestito in piazza Castello dalla pro loco per ricordare il pittore noalese Egisto Lancerotto, si svolgerà lo spettacolo “Faccia di gomma” con Otto il Bassotto, artista internazionale. Sempre Otto il Bassotto, domenica 9, a partire dalle 10.30, sotto la loggetta di Largo San Giorgio presenterà lo spettacolo “FakirOtto” con repliche, mentre nei giardini Beggio si esibirà un altro artista internazionale Mario Levis con lo spettacolo “L’albero che suona la sega”.

Durante Noale in Fiore sarà possibile visitare anche le due torri medievali: quella delle campane ospita la mostra delle opere del pittore francese Michele Pochet (“Orobanche, il fiore del deserto”, in collaborazione con Ubi Jazz), quella dell’orologio ospita la mostra sul palio (in collaborazione con l’Associazione Palio di Noale).

PREMIAZIONE PER IL MIGLIOR BALCONE FIORITO

L’inaugurazione della 38^ edizione di Noale in Fiore è in programma alle ore 11.00 sul palco di piazza Castello: ad accogliere le autorità e i premiati (tra i quali i cittadini noalesi scelti per il concorso ‘il miglior balcone fiorito’) come madrina arriverà Elisa Costantini la vincitrice della Festa delle Marie 2017 accompagnata dalle altre 11 finaliste.

In occasione di Noale in Fiore il Wwf organizza due visite guidate (ore 10 e ore 15) presso l’oasi Cave di Noale alla scoperta dei fiori spontanei.

CENTINAIA DI VOLONTARI E PERSONALE IMPEGNATO

Per la buona riuscita di Noale in Fiore lavorano, oltre ai volontari della Pro Loco, supportati dagli uffici comunali, anche tante altre persone: dalle forze di polizia (Polizia municipale e Carabinieri in prima linea) ai volontari del gruppo di Protezione civile e dell’associazione nazionale Carabinieri che presidiano la viabilità e i punti più critici consentendo a migliaia di visitatori di muoversi in assoluta tranquillità.

La Pro Loco, in collaborazione con alcune associazioni di volontariato, ha disposto anche un piano parcheggi per quanti giungeranno a Noale in Fiore con la propria auto. Ma sarà possibile arrivare in città anche con il servizio di trasporto pubblico, autobus e treni. Le stazioni saranno collegate alle piazze da un trenino navetta.

IL PRESIDENTE DELLA PRO LOCO

“Organizzare una manifestazione di queste proporzioni – spiega il presidente della Pro Loco, Enrico Scotton – è un impegno assai gravoso che richiede un lungo e paziente lavoro di regia iniziato già lo scorso ottobre. E’ una fatica che facciamo volentieri per la nostra città, per gli operatori economici che attendono tutto l’anno questo appuntamento, importante anche dal punto di vista commerciale. Se il 9 aprile Noale vivrà un altro bel giorno di festa lo si deve ai tanti volontari che, in silenzio e dietro le quinte, si danno da fare mossi solo dall’amore per la propria città”.

IL SINDACO DI NOALE

“Noale in fiore – spiega il sindaco Patrizia Andreotti – è uno degli eventi più belli e partecipati tra i tanti offerti dalla nostra città: è inevitabile farsi coinvolgere dai colori e dalla musica che nel corso della giornata riempiono piazze e contrade. Ma la festa dei fiori in tutti questi anni ha contagiato anche i residenti che sempre più ornano i loro balconi e giardini con fiori e piante. Mi auguro che questa sensibilità per la bellezza dei fiori diventi sempre più anche rispetto per le aree verdi e i giardini della nostra città. Grazie di cuore a quanti si adoperano perché ogni anno insieme alla primavera arrivi anche questa straordinaria festa”.

scaricapdfcartellastampa

copertina