Una rappresentazione teatrale dedicata al ricordo della Grande Guerra. La promuove la Pro Loco di Noale, nell’ambito della rievocazione multiepoca “La Storia in rocca”, in collaborazione con il Comune e la compagnia del Piccolo Borgo Antico di Cavasagra. Venerdì 28 settembre, alle ore 20.30, in sala san Giorgio (piazza Castello), verrà rappresentata in due atti di Lorenzo Morao dal titolo “Se no jera par l’acqua del Piave e par el raboso dee grave… Ovvero le vicende della Grande Guerra vissute da un paese di retrovia”.

Gli eventi, ambientati nella retrovia del Montello, tra Caporetto e la battaglia del Solstizio, sulla scorta di un’accurata ricerca storica (curata da Adriano Fraresso), sono visti qualche anno dopo la fine del conflitto da un osservatore popolare com’è l’osteria dei puareti, in cui l’ostessa e gli avventori abituali condividono un’interpretazione realistica della guerra, aderente ai fatti vissuti, lontana dalla retorica trionfalistica dominante, sostenuto invece da Nando, infatuato dai tromboni di turno.

Il racconto alterna momenti drammatici ma anche popolarmente comici e divertenti che mettono in evidenza l’assurdità della guerra, la capacità di sofferenza della povera gente e le condizioni necessarie per tornare a sperare, ieri come oggi, in una vita migliore.

L’ingresso allo spettacolo è a offerta libera; si consigliare la prenotazione via mail (info@proloconoale.it).