Ritratto di un uomo fuori dal comune. Si intitola così il ciclo di incontri che la città di Noale dedica al ricordo del suo concittadino Giacomo Dal Maistro, nel trentennale della morte. L’anniversario si sarebbe dovuto ricordare lo scorso anno, 2020, visto che il maestro, storico e poeta morì nell’aprile del 1990. Ma l’emergenza Covid ha costretto ad un rinvio.

Anche la Pro loco, che deve molto a Dal Maistro, è tra i promotori di questo speciale omaggio, insieme al Comune, all’Università del tempo libero e alla Regione del Veneto che ha concesso il suo patrocinio e ha finanziato, grazie all’assessorato all’Identità veneta, la ristampa del romanzo “Contesse e boari, altra zente – Roba veneta”.

Il primo appuntamento è in programma mercoledì 1 settembre, alle ore 21, nella piazzetta a lui dedicata davanti al municipio: Pino Costalunga, Luciano Zanonato e Gianni Sberze, con il Canzoniere Vicentino leggeranno alcune pagine del romanzo alternandole a canzoni della tradizione veneta (prenotazione obbligatoria su whatsapp al numero 3341051796).

La presentazione della ristampa di “Contesse e boari” avverrà il sabato successivo, 11 settembre, alle ore 11, in sala san Giorgio, alla presenza delle autorità cittadine, della presidente della VI Commissione Regione Veneto, Francesca Scatto. A tenere la prolusione sarà la docente dell’Università di Padova, prof.ssa Gianna Marcato che ha firmato la prefazione della ristampa del volume. Coordina il presidente della Pro Loco Enrico Scotton.

Terzo e ultimo appuntamento, giovedì 30 settembre (ore 20), presso il ristorante La Cicala dove si rivivrà la tradizione del Filò a cui il maestro Dal Maistro era molto legato. L’iniziativa sarà animata dalla Pro loco, dagli amici di G.D.M., dal gruppo “I fioi del Filò” e dal Trio ‘a la moda (prenotazione obbligatoria e a pagamento).