Si definisce ‘pittore di scena’. Nella sua quasi quarantennale attività di artista-artigiano ha realizzato enormi fondali per gli spettacoli dei maggiori teatri italiani e del mondo (dal Teatro alla Scala di Milano all’Opéra di Parigi per citarne solo un paio). Dopo gli studi all’Accademia di Venezia, s’innamora della pittura del Canaletto da cui impara la minuzia del dettaglio. Oggi è uno dei pochi pittori di scena ancora in attività in Italia. Il noalese Paolino Libralato ha deciso di svelarsi al pubblico venerdì 3 settembre in occasione della tappa a Noale della rassegna “Sotto le stelle a parlare di Veneto” promossa dalle Pro Loco del Decumano.

Ad intervistarlo sarà il giornalista Enrico Scotton in un viaggio alla scoperta di un’arte ‘effimera’ fatta di cuore e di tecnica.

L’evento, con inizio alle ore 21.00 sul palco di piazzetta Dal Maistro (prenotazione obbligatoria a info@proloconoale.it), sarà allietato da alcuni momenti poetici della compagnia Scherzi di fate.